Il mondo dello spettacolo è pieno di amore falsi, studiati a tavolino per ogni necessità, di qualsiasi genere sia, un discorso che potrebbe essere accettati per quei personaggi in cerca di visibilità, per avere una copertura in più ma, si presuppone, che per una professionista queste cose siano estremamente inutili. E’ il caso di Lucrezia Lante della Rovere che ha confessato di non essere mai stata innamorata di Simone di Pasquale, era tutta una montatura pubblicitaria che faceva bene a “Ballando con le stelle”.

Il punto è che giochini simili bisognerebbe lasciarli a chi ha poco da perdere in credibilità, Lucrezia Lante della Rovere è un’attrice affermata, non è ha proprio bisogno. Con Simone Di Pasquale il feeling c’era e si vedeva a “Ballando con le stelle”, qusto il motivo che ha spinto tutti a credere che ci fosse qualcosa di vero in quei due baci in diretta.

La prima a non credere a questo “amorazzo”, così lo definiva lei, è stata Marina Ripa di Meana, sua madre, da subito aveva parlato di trovata pubblicitaria cosa della quale era certa. Visti i rapporti tesi fra madre e figlia, si era in un primo momento pensato ad una nuova occasione per attaccarla.

Arriva invece la smentita ufficiale di Lucrezia Lante della Rovere, era tutta una bufala, l’ammisssione arriva durante la presentazione del suo lavoro teatrale, “Malamore – Esercizi di resistenza al dolore”, era stata confezionata apposta per il programma.

Una balla! Faceva bene al programma. Se ogni uomo che ho baciato fosse diventato una storia ne avrei un carnet pieno. Io e Simone avevamo un buon feeling e essendo entrambi liberi non dovevamo rendere conto a nessuno.