Le cose non vanno proprio bene per “In Onda“, il programma che ha visto un restyling a partire dal conduttore, con il cambiamento al timone della trasmissione di Luisella Costamagna con il vicedirettore de “Il Giornale”, Nicola Porro.

La giornalista piemontese, informata della sua sostituzione quasi alla fine della messa in onda estiva, ha vissuto queste ultime settimane al centro del ciclone, tra giornalisti a suo favore, altri contro e un grande affetto proprio da parte del pubblico che si è schierato quasi tutto dalla sua parte.

Galleria di immagini: In onda

E proprio per ringraziarlo, la bella conduttrice ha voluto personalmente scrivere un pensiero sulla sua pagina Facebook, ribadendo la grande soddisfazione che ha avuto nel ricevere tanti complimenti e dimostrazioni di solidarietà:

«Carissimi, grazie grazie e ancora grazie per il vostro affetto, la vostra stima, la vostra solidarietà. Grazie per le migliaia messaggi che avete mandato in mio sostegno qui e in altre pagine Facebook, nei blog, nei gruppi che avete creato apposta… Mi avete dato e mi date grande soddisfazione per il lavoro che ho svolto finora, e grande forza nell’affrontare questa fase “complicata”. Vorrei scrivere a tutti voi – uno a uno – ma è davvero impossibile. Però una cosa posso e voglio farla: mandarvi un forte abbraccio collettivo. Al momento, purtroppo non posso darvi buone notizie, ma appena ne avrò sarete i primi a saperlo. Nel frattempo grazie ancora, di cuore. Luisella».

E in effetti le cose, come dicevamo, non stanno andando affatto bene per il programma che ha dovuto forzatamente abbandonare; basti pensare che, a parte il 17 settembre, quando i due conduttori hanno ottenuto il 5,88% di share, il giorno dopo sono scesi del 2,94% per stabilizzarsi nelle puntate successive tra uno scarso 3,76% e un 2,75%. Numeri molto lontani da quelli con la Costamagna, che si attestavano intorno al 6,7%. Che i fan della giornalista abbiano davvero mantenuto la promessa, ovvero di non guardare mai più la trasmissione? Da questi dati, sembrerebbe proprio di sì.

Fonte: Pagina Facebook di Luisella Costamagna, Libero.