Scoop del programma di Gianluigi Paragone, “L’ultima parola“: il talk-show politico di Rai Due ha infatti trasmesso ieri sera un’intervista telefonica esclusiva con Ruby Rubacuori, vero nome Karima Heyek, la ragazza 17enne marocchina finita in questi giorni al centro delle cronache italiane nella discussa vicenda “Bunga Bunga“.

La ragazza tra tre giorni sarà maggiorenne e ha dichiarato che solo allora parlerà con maggiore libertà con i media, oltre a pubblicare un libro in cui racconterà la sua vita e chiarirà anche alcuni aspetti di questa oscura vicenda, in cui sono coinvolti tra gli altri il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, Emilio Fede e Lele Mora.

Lo scandalo ha avuto inizio quando si è diffusa la notizia di una telefonata, presunta, di Silvio Berlusconi alla Questura di Milano:

Dottore, volevo confermare che conosciamo questa ragazza, ma soprattutto spiegarle che ci è stata segnalata come parente del presidente egiziano Mubarak e dunque sarebbe opportuno evitare che sia trasferita in una struttura di accoglienza. Credo sarebbe meglio affidarla a una persona di fiducia e per questo volevo informala che entro breve arriverà da voi il consigliere regionale Nicole Minetti che se ne occuperà volentieri.

La ragazza, che suo malgrado ha inguaiato il Premier, ha però speso, nell’intervista con il programma di Paragone, parole positive nei suoi confronti:

Grazie di cuore. Sei un gentiluomo, peccato che la gente non sappia quello che sei veramente. Mi hai aiutata, la gente è invidiosa, diamoci forza e andiamo avanti, ce la possiamo fare. […] Rapporto sessuale no, rapporto d’amicizia tantomeno. Lui mi ha aiutata, mi ha salvata da una situazione difficile. Posso solo essergli riconoscente, gli voglio un bene dell’anima e spero che tutto questo non lo rovinerà.

Quanto ai suoi sogni per il futuro, la ragazza dichiara di non ambire al mondo dello spettacolo:

Il mio sogno è fare il carabiniere da quando avevo 12 anni. Non il mondo dello spettacolo come tanti pensano. Una voglia talmente forte di fare il carabiniere che mi sono trovata spesso dai carabinieri, ma sempre dall’altro lato della scrivania.

Di seguito vi proponiamo il video dell’intervista a “L’ultima parola”.