Macchie scure che compaiono sul viso, décolleté e sulle mani subito dopo l'{#estate} sono uno dei fenomeni antiestetici che più preoccupa le donne al rientro dalle vacanze. Le macchie solari sono causate da un eccesso di melanina, formatasi durante l’esposizione prolungata al sole che ci ha assicurato l’abbronzatura.

Di norma gli eccessi di melanina vengono eliminati dal corpo senza problemi, ma alcuni fattori come la pillola anticoncezionale, l’invecchiamento o squilibri ormonali possono interferire e annullare il processo. La prima cosa da fare in caso di macchie solari è proprio quello di evitare di esporsi ulteriormente al sole senza un’adeguata protezione, al mare, in montagna ma anche in città.

Fortunatamente la giorno d’oggi, grazie ai traguardi raggiunti in campo dermatologico ed estetico, esistono creme e terapie studiate apposta per risolvere questi problemi di pelle. Vediamo dunque come sono classificate le macchie solari, insieme ai metodi e ai trattamenti specifici migliori per combatterle ed eliminarle definitivamente.

Le efelidi (da non confondere con le lentiggini) sono piccole macchie dal bordo indefinito, causate da un eccesso di melanina prodotta dai melanociti. A seguito dell’esposizione al sole, tendono ad aumentare di numero e di intensità, senza però scurirsi più di tanto; tra i rimedi utili per combatterle sono consigliati soprattutto dei trattamenti specifici come creme depigmentanti, peeling e luce pulsata.

Le lentigo solari o senili, invece, sono chiazze brune che affiorano sulle mani, décolleté, viso, spalle e schiena. Inestetismo legato all’età, interessano solitamente le donne oltre i 40 anni ma – in caso di predisposizione genetica – possono iniziare a comparire anche alle più giovani. Crioterapia, peeling, luce pulsata e laser q-switched (un particolare tipo di laser che consente di agire solo sul bersaglio, senza danneggiare altri tessuti) sono in questo caso i giusti trattamenti per combattere queste fastidiose macchioline.

Le cheratosi attiniche o solari, completamente diverse dai casi precedenti, sono dei rilievi irregolari che si presentano ruvidi al tatto. Come le lentigo, compaiono più frequentemente dopo i 40 anni, interessando prevalentemente le zone maggiormente esposte al sole. È molto importante farle controllare dal dermatologo, poiché in alcuni casi possono trasformarsi in tumori benigni, quindi è sempre meglio tenerle sotto il controllo dell’esperto.

Nel caso in cui siano di dimensioni molto ridotte, prodotti cheratolitici, laser, crioterapia e diatermocoagulazione a radiofrequenza sono i rimedi ideali per eliminarle, insieme alle possibili preoccupazioni che le accompagnano. Benché alcuni siano già abbastanza noti e sfruttati nel campo della dermatologia, è utile comprendere e approfondire anche il funzionamento dei più recenti e innovativi trattamenti.

La diatermocoagulazione a radiofrequenza consiste in onde radio che colpiscono la {#pelle} e fanno vibrare le molecole d’acqua all’interno delle cellule; in questo modo la macchia viene bruciata e il tessuto interessato viene distrutto senza colpire quello intorno, il quale rimane integro. In genere una seduta è sufficiente a eliminare il problema e il suo costo è di circa 150 euro a macchia. Fondamentale in questo caso è di non esporsi al sole nelle settimane successive al trattamento.

La crioterapia è invece un trattamento che prevede l’utilizzo dell’azoto liquido, spruzzato su ogni macchia tramite una bomboletta: dopo pochi minuti dall’applicazione si formano delle bolle sopra le macchie che, seccandosi e staccandosi, portano via la macchia stessa. Il numero di sedute sufficienti per eliminare una macchia varia da caso a caso, infatti potrebbe bastare già la prima, ma la durata dell’effetto è definitiva. Il costo va dai 200 ai 300 euro.

Qualunque sia il vostro tipo di pelle, e anche se non avete mai avuto problemi di macchie solari, è bene applicare sempre uno schermo protettivo del fattore di protezione proporzionato al vostro fototipo e alla durata dell’esposizione al sole. Sono tantissime le linee di prodotti presenti sul mercato, non resta che sceglierne uno secondo le proprie esigenze.

Al rientro dalle vacanze aiutate la vostra pelle a ritrovare la giusta forma: l’esposizione al sole e la conseguente abbronzatura sono un fattore di stress per la pelle, dei trattamenti mirati possono aiutarla a ritrovare elasticità e idratazione.