Uno dei più grandi problemi per noi Italiani è la contraffazione del prodottoMade in Italy: bufale e mozzarelle ingiallite, pomodori avariati e tant’altro. Per risolvere questo enorme problema, non solo per la nostra salute, ma soprattutto per l’economia del paese stesso, viene in nostro soccorso il nuovo sistema brevettato Italcheck.

Questo permette ad aziende e consumatori di tracciare la filiera del Made in Italy certificando i prodotti realmente realizzati nel Bel Paese. Per mezzo di controlli di conformità ai parametri effettuati da Agroqualità, le aziende accreditate potranno appoggiarsi su una piattaforma digitale brevettata, fruibile in tutto il mondo da qualsiasi device, che collega l’utente direttamente nella sua lingua di riferimento e consente poi al cliente finale di effettuare un controllo rapido ed efficace per ottenere maggiori informazioni sul prodotto.

Negli ultimi decenni la richiesta del cibo italiano da parte dei paesi esteri cresce sempre di più, specialmente in vista dell’Expo 2015. In questo contesto il cibo sarà il protagonista indiscusso e le aziende dovranno far fronte al grave fenomeno delle frodi alimentari in continuo aumento, prestando una maggiore tutela del prodotto 100% made in Italy, garantendo trasparenza ai consumatori andando a ridurre gli spazi commerciali dei prodotti italiani, che si reputano tali pur essendo privi di titolo.

L’italian sounding vale circa 60 miliardi l’anno, oltre 160 milioni di euro al giorno, pari a 2 volte e mezzo l’export agroalimentare; 26 miliardi nell’Ue, 24 in Centro e Nord America.” Secondo i dati Copagri .

Per questo motivo, per permettere alle imprese di poter competere sui mercati internazionali, è nato questo brevetto, scelto anche da Albergian.  “Sicuramente assisteremo ad uno sviluppo consistente dell’agroalimentare italiano nei prossimi anni e l’internazionalizzazione sarà uno degli strumenti per rilanciare il nostro paese ed i nostri prodotti all’estero. Da anni ci impegniamo a produrre in Italia ed a mantenere alti i nostri standard di qualità e per noi è molto importante riuscire a rendere trasparente il processo produttivo autenticamente Made in Italy, del quale andiamo orgogliosi e fieri e che vogliamo valorizzare” ha dichiarato Giacomo Tillino di Albergian.

Un altro marchio che viene certificato Italcheck è Fratelli Minaglia, di proprietà del Pastificio Artigianale Alta Valle Scrivia, produttore dal 1984 di uno dei cibi più consumati nel nostro paese e più apprezzati nel mondo: la pasta. Secondo quanto affermato dal titolare Paolo Minaglia :“La pasta italiana è riconosciuta in tutto il mondo come campione di qualità e bontà. Sempre più spesso tuttavia l’industria della pasta italiana che deve approvvigionarsi di grano all’estero ma ci sono molte aziende come la nostra che ancora si impegnano a produrre la propria pasta in Italia e solo con grani 100% italiani. Per aziende come la nostra è fondamentale valorizzare il nostro prodotto e la sua qualità, e dall’altro lato tutelarsi sul mercato contro le frodi. Per questo, anche nell’ambito di un progetto di sviluppo di business all’estero, ci siamo rivolti ad Italcheck, che garantisce di presentare in maniera efficace e trasparente l’eccellenza della nostra qualità in Italia e nel mondo”.

Galleria di immagini: Lile in cucina Milano: le foto del ristorante e dei piatti