Madonna si esibirà nell’intervallo di 12 minuti del Super Bowl il prossimo 5 febbraio, e si sta preparando per quello che ha definito il suo più grande show. E viste le ferite a naso e ginocchia si può già immaginare che sarà qualcosa di davvero irripetibile.

Madonna si è conquistata anche più di 12 minuti di iper-visibilità: il Super Bowl è considerato l’evento dell’anno negli Stati Uniti, tanto che nel 2011 è stato seguito da 162 milioni di americani, perciò non stupisce l’impegno che la Material Girl ci sta mettendo.

Galleria di immagini: Madonna: WE première

«Mi sono stirata un tendine e ho un piccolo punto rosso sul naso dove mi sono ferita con il microfono.»

Sembrano più che altro le parole di uno dei giocatori stessi, e la preparazione di Madonna sembra proprio una questione atletica:

«Canterò e ballerò fino allo sfinimento per il Super Bowl. Mi sto allenando davvero duramente.»

E c’è poco da meravigliarsi, visto che la signora Ciccone deve confrontarsi con una lunga serie di star che l’anno preceduta, dagli U2 nel 2002, i Black Eyed Peas l’anno scorso, i Rolling Stones nel 2006. E bisogna considerare che la figuraccia in questa occasione è sempre dietro l’angolo, come quando Justin Timberlake ha lasciato a seno nudo Janet Jackson durante la performance del 2004. O come Christina Aguilera, smemorata sull’inno nazionale. Ma visto che a Madonna i passi falsi sembrano riuscire solo a livello cinematografico, si pensi al flop di “W.E.”, siamo sicuri che al Super Bowl andrà tutto bene.

Fonti: SanFranciscoChronicle, Examiner