Madonna accusata di nazismo e antisemitismo: la cantante avrebbe oltrepassato il limite durante il suo concerto a Tel Aviv, screditando il leader dell’estrema destra francese Marine Le Pen. Nella coreografia, infatti, appare un’immagine in cui Le Pen ha impressa sulla fronte una svastica.

Per Marine Le Pen è inaccettabile che Madonna l’abbia paragonata a Hitler, quindi il politico intende adire le vie legali contro l’artista per impedire che le stesse immagini siano mostrate a luglio, quando la popstar sarà in Francia. Secondo Le Pen, Madonna aveva solo bisogno di attirare l’attenzione del pubblico e ha pensato bene di usare una coreografia estrema.

Galleria di immagini: Madonna: MDNA Tour a Tel Aviv

Di seguito alla svastica incriminata, è apparsa l’immagine di Adolf Hitler sovrapposta a quella di Madonna: queste foto hanno offeso ancora di più Le Pen, il Fronte Nazionale e tutti i suoi elettori, che rappresentano circa un quinto dei cittadini francesi.

In realtà, l’intera coreografia è basata su un fotomontaggio di quelli che, teoricamente, sono i “mali del mondo”: il razzismo e il nazismo di Hitler, quindi, non potevano mancare nella carrellata di Madonna. Non si trattava di esaltare l’operato dei nazisti ma di condannarlo coinvolgendo il pubblico.

Tra le immagini, infatti, c’erano anche alcune scene di violenza e omofobia, mentre al termine della coreografia i ballerini hanno inscenato la morte con il mondo che crolla sotto il peso dei propri mali.

Fonte: Daily Mail