Madre della sposa galateo: se siete in procinto di sposarvi, tenete presente che per la madre della sposa ci saranno alcune regole da rispettare.

Non solo per quello che riguarda il ruolo ben preciso che sarà chiamata a rivestire durante la cerimonia, ma anche per ciò che concerne l’abito che sceglierà di indossare, in accordo con le tradizionali regole di stile e bon ton.

Ecco allora tutto quello che la mamma della sposa dovrà fare e quello che invece dovrà stare ben attenta ad evitare durante le nozze.

  • La mamma della sposa dovrà arrivare in chiesa insieme ai testimoni con un po’ di anticipo. Non sono ammessi ritardi e, secondo il galateo, non è contemplato che arrivi alla cerimonia insieme alla sposa.
  • Il compito della mamma della sposa in chiesa sarà poi quello di accogliere gli invitati, preoccupandosi che possano prendere posto nel modo più consono. Dovrà dare l’impressione di essere padrona della situazione e di gestire al meglio l’accoglienza in modo che, per l’arrivo della sposa, siano tutti seduti. Vietato dunque lasciare al caso il posizionamento degli invitati.
  • Un altro compito che spetta alla madre della sposa è poi quello di preoccuparsi di avere con sé tutto l’occorrente necessario per eventuali aggiustamenti di trucco e parrucco della sposa: spazzola e lucidalabbra, dunque, ma anche salviettine e lacca d’emergenza.
  • Per quanto riguarda l’abito, la regola principale secondo il bon ton è quella di non esagerare con vestiti troppo appariscenti: vietate dunque perline e paillettes ma anche trasparenze troppo audaci. La cosa migliore è rispettare il proprio stile mantenendosi sobrie e allo stesso tempo eleganti. L’abito lungo è ammesso solo in caso di ricevimento serale e particolarmente elegante. E il colore? Assolutamente vietato il bianco, che è il colore della sposa, e meglio evitare il nero, ammesso solo per ricevimenti serali molto formali.
  • Infine, cappello sì o no? Secondo la tradizione questo accessorio può essere indossato esclusivamente dalle mamme degli sposi o al massimo dalle testimoni. Questo non significa però che sia assolutamente necessario scegliere di indossare il cappello, soprattutto se la scelta non è in linea con il proprio stile. Il rischio altrimenti è quello di sfoggiare un look caratterizzato da  antiestetiche forzature.