I talk-show sono un must della televisione americana: ce ne sono davvero di tutti i tipi e trattano qualsiasi argomento, fino al più disparato, rischiando a volte di passare grossi guai. Questa volta a trovarsi in pericolo è la famosa modella Tyra Banks e il suo talk-show, ora sospeso.

Nel 2009, il talk-show ha richiesto la presenza di coloro che si ritenevano “drogati di sesso“, mettendo un annuncio online e permettendo a chi si credeva tale di rispondere per poi essere invitato al programma a parlare della sua esperienza.

Purtroppo, però, a questo annuncio ha risposto una ragazza di soli 15 anni che, dopo essere stata chiamata sul telefono cellulare dai produttori del programma, è stata prelevata da casa in Georgia con una limousine, messa su un volo diretta a New York, e fatta alloggiare in una lussuosa stanza di un hotel, sola e tutto all’insaputa della madre.

Beverly McClendon, la mamma, dopo essere tornata a casa e non aver visto sua figlia ha chiamato subito la polizia dandola per scomparsa. Ma dopo essere stata informata del fatto che la figlia si trovava a New York per un programma televisivo, la donna è andata su tutte le furie presentando una causa di 3 milioni di dollari contro il talk show di Tyra Banks, per aver prelevato sua figlia senza alcuna sua autorizzazione.

La donna dichiara che sua figlia non è mai stata “drogata di sesso”, anche se la stessa dichiara di aver perso la verginità a 9 anni da rimanerne ossessionata fino a ora. Per di più Beverly afferma che la vita della 15enne è stata messa in pericolo, dopo essere apparsa in televisione a parlare di sesso, essendo minorenne:

Questo show viene sicuramente visto da deviati sessuali, pervertiti e pedofili.

Oltre alla causa, la mamma sta chiedendo dei provvedimenti inibitori contro l’ulteriore distribuzione dell’apparizione televisiva della figlia, nonostante tutto il video della sua intervista sia visibile su YouTube: