Fa ancora discutere l’ingresso di Massimo Scattarella nella casa del Grande Fratello. Il concorrente, che aveva partecipato già l’anno scorso, ha ricorso contro la sua precedente espulsione per bestemmia, dopo che Matteo Casnici, colpevole dello stesso “reato”, non era stato sanzionato.

La questione è stata vista per lo più in maniera negativa, non solo per la portata diseducativa della bestemmia, ma anche perché sono stati fatti due pesi e due misure con le bestemmie passate: riabilitare solo Massimo non ha molto senso, a meno che non lo si guardi nell’ottica dell’audience.

A intervenire stavolta sulla questione di Massimo è Maicol Berti, ex compagno di avventura nel GF10. Che racconta di frequentare Massimo anche ora, di fare il tifo per lui, ma che crede che il regolamento sarebbe dovuto essere seguito fino in fondo.

Maicol ha spiegato:

Questa sua seconda partecipazione mi ha spiazzato: prima di andare, avrei preferito che mi salutasse. È il primo concorrente a fare due GF e questo non è completamente giusto per tutte le persone che hanno fatto i provini e che sono state escluse. Avrebbero dovuto eliminare Matteo, come pure gli altri che hanno bestemmiato.