Se da una parte ci sono donne che decidono di rinunciare al trucco per ritrovare le autentiche se stesse, dall’altra c’è chi pensa di far provare agli uomini anche solo per un giorno cosa possa significare essere donne in questa società ossessionata dall’aspetto fisico.

Nel video qui sotto potete notare i risultati di un make up approfondito perpetrato su cinque maschietti, oltre ad ascoltare con curioso interesse sociologico i commenti dei malcapitati: “le donne sono belle, gli uomini sono pelosi” oppure “truccarsi è una versione meno dolorosa di una seduta dal dentista”, e poi qualche espressione più colorita per dichiarare il profondo fastidio di essere sottoposti ad una simile tortura (e se solo sapessero cosa si prova con una ceretta approfondita all’inguine…).

Tuttavia alcune di queste “trasformazioni” sono sorprendenti, come potete notare, ma non perchè rendano gli uomini più attraenti o più belli secondo me; semplicemente almeno due protagonisti di questo video finiscono per assomigliare davvero alla loro ipotetica controparte femminile.

Tutto questo mi fa pensare due cose, fra loro in perfetta antitesi: da una parte credo che un buon trucco non sia indice di bellezza, ma soltanto di capacità e anche di buon gusto; dall’altra però mi affascina sempre il risultato di un make up ben fatto, in grado di “falsificare” in qualche modo la resa della nostra identità, o comunque di quella che percepiamo come “bruttezza”.

Galleria di immagini: Che Trucco 2014 Video Puntate: make up selfie

Finita la mia profonda riflessione da mancata filosofa estetica (mai esame universitario mi fu più avverso), vi lascio a meditare su cosa possiate volere dai vostri ombretti o dai vostri blush: che vi lascino in pace, per ritrovare il vostro vero io, oppure che vi trasformino a tal punto da farvi sembrare belle anche al vostro stesso specchio?!?

photo credit: ashley rose, via photopin cc