Con l’arrivo della primavera e dell’estate arriva anche la stagione dei matrimoni. In vista di un tale evento il primo pensiero è quello di trovare abito, scarpe e accessori perfetti, ma anche trucco e acconciatura sono due aspetti molto importanti, sui quali non si può e non si deve sbagliare.

Per prima cosa, il make-up. Se ci troviamo nel bel mezzo dell’estate bisogna tenere conto del caldo, per evitare che il trucco si sciolga o che la pelle diventi lucida: meglio rinunciare per un giorno a creme, oli e a tutto quello che può impedire alla pelle di respirare. Nel caso in cui la pelle sia molto secca, si può mischiare al fondotinta una goccia di crema idratante. In questo caso è poi importante fermare tutto con un velo di cipria opaca.

Galleria di immagini: Make-up e acconciature da cerimonia

Il correttore per borse e occhiaie deve essere della stessa tonalità della carnagione, né troppo chiaro (per non creare il classico effetto “panda”) né troppo scuro. Un correttore dal colore più scuro della propria pelle infatti non farà altro che mettere in evidenza le imperfezioni anziché nasconderle.

Una buona scelta del maquillage dipende anche dall’ora della cerimonia. Un trucco da sera è infatti molto diverso da un trucco da giorno. Con la luce del mattino sono da preferire nuance calde e naturali (marrone, beige, vinaccia) mentre la sera si può osare un po’ di più con la matita nera e un rossetto vivace. Importante considerare anche il fattore commozione: evitare eye liner o mascara tradizionale, meglio sceglierne uno waterproof, da applicare solo sulle ciglia superiori.

Per quanto riguarda i capelli bisogna scegliere un’acconciatura che si adatti al proprio viso e alla propria età, oltre che al tipo di abito e di accessori che si indossano. Se l’abito è leggero e dalle linee morbide, meglio optare per un’acconciatura con ciocche mosse, se invece è rigido e rigoroso, sarà bene pettinare i capelli in modo semplice.

Lo chignon morbido, dall’aspetto finto casuale, è adatto alle ragazze più giovani, mentre se si ha qualche anno in più, meglio una testa raccolta in modo rigoroso. Sempre dedicata alle più giovani è la soluzione della treccia o dei capelli parzialmente intrecciati, per liberare fronte e occhi. La coda di cavallo invece libera la nuca e si tratta di un’acconciatura che esprime grande femminilità. Particolarmente di moda in questo periodo è anche l’elaborata treccia a spina di pesce.

Infine, cappelli e cerchietti. Se si decide di indossare un cappello, meglio puntare su sobrietà ed eleganza piuttosto che cercare di sorprendere a tutti i costi. Un cappello a cloche è senz’altro una scelta adatta, ma se non si vuole coprire e schiacciare la propria acconciatura, perché non scegliere un cerchietto? Meno appariscente e pesante del cappello, può comunque trasformarsi in un accessorio vezzoso e femminile. Via libera a fiocchi, pietre e piume, purché di dimensioni ragionevoli e che si abbinino all’abito e agli accessori che si indossano.