Il make-up per il giorno di San Valentino quest’anno si gioca sui toni sensuali ma morbidi: niente trucco troppo marcato o aggressivo, ma nemmeno acqua e sapone. Largo sì agli smokey-eyes ma al posto del nero un più rassicurante marrone o tortora, niente French manicure per le unghie né rosso ciliegia ma nude. Il più romantico dei giorni si fa delicato e tenero.

=> Scopri la lingerie ideale per San Valentino

Per il 2013, i nuovi trend di bellezza vogliono un make-up per la serata degli innamorati che dica addio al trucco pesante; l’attenzione rimane certamente concentrata su occhi e labbra, ma privilegiando soprattutto toni soft e bon-ton. L’effetto smokey per lo sguardo rimane uno dei must-have, ma si abbandonano ombretti e matite nere che creavano un look più dark, per concentrarsi invece su colori morbidi e sfumati, come il marrone e il cipria. Il make-up artist di Shiseido spiega come ottenere l’effetto più rotondo possibile:

«Si fa con un ombretto color carbone profondo o marrone scuro in crema a base acquosa, che contiene siliconi volatili e non riga la palpebra, sfumandolo con un pennellino di setole naturali e picchiettato con le dita. Poi matita sulla rima ciliare superiore e inferiore, senza fare il rigone nero ma sfumandola con l’applicatore o un pennellino. Infine passare il mascara nero.»

=> Scopri le idee per un San Valentino per coppie adulte

Lo stesso criterio vale per le ciglia finte: bene se si applicano in modo da ottenere un effetto naturale, out se invece creano un look troppo da diva. Per quanto riguarda le labbra si può tornare a osare. Largo quindi a rossetti accesi, dal rosso al prugna, cercando però di puntare sempre sull’effetto naturale e non troppo aggressivo.

Stessa cosa vale per le unghie: la French manicure quest’anno è decisamente passata di moda, per lasciare il posto alle unghie effetto nude lunghe, di ispirazione anni ’70, a completare il tutto i capelli. Per quest’anno l’ispirazione è ancora retrò: chiome ondulate in stile anni ’40 o tenute indietro da romantici cerchietti o chignon; sono bandite invece le acconciature eccessive, i colori di capelli rock o troppo eccentrici, e largo a sfumature naturali, colpi di sole tono su tono, e punte scaldate da riflessi dorati in contrasto con le radici. Il 2013 segna la fine delle fantasie colorate, dei colori pastello o neon, per tornare a una naturalezza raffinata ed elegante.

Fonte: Ansa