L’autunno è appena arrivato e porta con sé i primi inevitabili sintomi, quali ad esempio le prime influenze, spossatezza, leggera depressione e un po’ di malinconia. È tutta colpa della diminuzione delle ore di luce, ma se si presta attenzione a qualche accorgimento è possibile ridurne gli effetti negativi sul nostro corpo e sul nostro benessere in generale. Allora, quali cibi mangiare per combattere il mal d’autunno?

Innanzitutto è necessario privilegiare i prodotti di stagione per affrontare al meglio la nuova stagione ed evitare che il “mal d’autunnocolpisca anche noi. Frutta e verdure sono da consumare a volontà, specialmente l’uva, altamente energetica ma che ha un notevole apporto calorico, pertanto è bene non accedere se non si vuole ingrassare.

Spazio alle pere, considerate come un’ottima fonte di minerali e di fibre, ottime per regolarizzare l’intestino. Contengono solo 30 calorie per ogni 100 grammi, dunque si tratta di un cibo autunnale perfetto anche per salvare la linea. Anche il caco ha ottime proprietà per ridurre gli effetti dell’autunno, è ricco di antiossidanti naturali ed è un vero e proprio concentrato di energia, ottimo per chi pratica attività fisica ma da limitare per chi è in sovrappeso dato che possiede 70 calorie per ogni 100 grammi.

Non bisogna poi dimenticare frutti quali mele, dalle mille proprietà benefiche e con pochissimi zuccheri e grassi, arance e mandarini, noti per l’alto contenuto di vitamina C che aiuta a contrastare i malanni di stagione, nonché stimola le funzionalità intestinali e la sensazione di sazietà. Ottime per chi fa una dieta dimagrante, ma in generale sono consigliate a tutti.

Per quanto riguarda la verdura di stagione, in autunno c’è l’imbarazzo della scelta e si dovrebbero prediligere verdure a foglia verde, come gli spinaci, le verze e le bietole, piene di vitamine e contenenti moltissime vitamine: si parla della vitamina A, C, E, K e B5. Ottima anche la zucca, ricca di beta-carotene e povera di calorie (17 calorie per ogni 100 grammi) e di zuccheri, dunque ideale non solo per le proprietà che possiede ma anche per il notevole potere saziante che ha. Infine, non bisognerebbe dimenticare in autunno il radicchio e i legumi, che donano una carica di energia.

Se dunque in autunno il nostro stato d’animo risente della nuova stagione, portandoci in molti casi a privilegiare cibi grassi che apparentemente sollevano l’umore – ma non è così – e quelli pesanti per contrastare l’abbassamento del freddo, è bene concentrarsi su una sana alimentazione che aiuti il nostro corpo e anche la nostra mente.

Fonte: Melarossa.