La malattia mano-piede-bocca è un’infezione virale contagiosa, caratterizzata da un esantema vescicolare su pelle e mucosa orale. L’infezione può essere causata da diversi virus e si trasmette per via orale e per contatto diretto con secrezioni nasali, saliva o feci, colpisce soprattutto i bambini entro i 10 anni di età.

Non esiste un trattamento specifico per la malattia, si consiglia di bere molta acqua per evitare la disidratazione.

Il rischio di infezione si riduce adottando buone pratiche di igiene, come lavarsi spesso le mani.

I principali virus che possono causare la malattia sono: coxsackievirus A16 e enterovirus 71, possono essere trasmessi in modo molto simile ad un raffreddore. I sintomi della malattia mano-piede-bocca si presentano dopo circa 3-7 giorni dall’esposizione all’agente virale (incubazione). I sintomi comprendono: Febbre  intorno ai 38-39°C, tosse e mal di gola, ulcere a livello cavo orale  lingua, labbra, gengive, interno delle guance, tonsille e gola, esantema diffuso, caratterizzato da macchie rosse, talvolta associato a vesciche cutanee dolorose, localizzate su mani, piedi e glutei e perdita d’appetito.

sintomi regrediscono spontaneamente entro 7-10 giorni senza la necessità di ricorrere ad un trattamento. Si dovrebbe contattare il proprio medico, se: le ferite della bocca o il mal di gola impediscono di bere liquidi,  se  i sintomi non mostrano alcun segno di miglioramento dopo sette giorni o peggiorano durante questo periodo di tempo o se vi sono convulsioni.

Attualmente non esiste alcuna terapia specifica per la malattia, il trattamento,  consiste nella gestione dei sintomi, affinché il paziente non subisca eccessivi disagi durante il decorso dell’infezione.

Il possibile trattamento comprende: Spray, collutori e gel anestetici, farmaci per il dolore, come il paracetamolo, gli antidolorifici  possono contribuire ad alleviare il mal di gola.

photo credit: Fosforix via photopin cc