Una donna di 57 anni e il suo compagno di quasi 70 stanno per diventare genitori, per la prima volta. Succede in Italia, all’ospedale Sant’Anna di Torino, dove a giorni dovrebbe avvenire il parto. Con tutta probabilità, però, la coppia è andata all’Estero per ricevere la donazione di ovociti necessaria. Donazione che nel nostro Paese è illegale, come pure quella degli embrioni.

La gravidanza in menopausa spesso è accolta tiepidamente anche dai medici, perché potrebbe causare problemi di salute alla donna, come spiega il ginecologo torinese Alessandro Di Gregorio:

I rischi sono troppo elevati soprattutto per la madre, che a quell’età ha probabilità molto maggiori di sviluppare patologie come la gestosi, il diabete o l’ipertensione.

Diventare genitori quando si avrebbe l’età per essere nonni, è una scelta contrastata che ha fatto e fa molto discutere l’opinione pubblica di tutto il mondo. E la storia di Torino non è né la prima né la più eclatante. Ci sono casi di donne che addirittura hanno avuto una gravidanza superata la soglia dei 60 anni. Per ora il titolo di mamma più matura è nelle mani di Rosanna Della Corte, che ha partorito a metà degli anni ’90 all’età di 63 anni.

E pensare che solo pochi giorni fa l’affascinante Monica Bellucci, commentando la sua seconda gravidanza, aveva parlato del coraggio di fare figli in età avanzata, riferendosi ai suoi 45 anni.

Se nel caso di Torino è ammirabile la voglia di mettersi ancora in gioco, quando non si è più dei ragazzini, resta comunque aperto un interrogativo cruciale. Come sarà la vita del bebé in arrivo? E a quell’età si ha ancora l’energia e l’attenzione necessaria per crescere un bambino?