In un’Europa vecchia che continua a invecchiare, dove le donne decidono, o possono, diventare mamme dopo i 40 anni, il fenomeno della mamme adolescenti rischia di non essere preso adeguatamente in considerazione.

Questo è quello che si legge nell’ultimo Rapporto Piccole Mamme di Save The Children.

Nel rapporto viene messo in evidenza come in Europa il fenomeno delle mamme teen ager stia ricomparendo con forza un po’ in tutti i paesi e in modo abbastanza significativo anche in Italia dove ogni anno sono circa 10 mila i bambini che nascono da ragazze che non hanno ancora finito le scuole superiori.

Il fenomeno si concentra soprattutto al sud dell’Italia e nelle isole e raggiunge il picco più alto in famiglie problematiche con difficoltà economiche.

Ciò che emerge di tutto ciò è che le gravidanze precoci, in una buona parte dei casi, non sempre sono dovute a un errore o ad una mancata conoscenza dei metodi contraccettivi, ma spesso rispondono a esigenze di affrancamento dalla famiglia e la prospettiva di un futuro migliore.

Save The Children concentra l’attenzione sulla necessità di creare una rete di sostegno che possa aiutare le mamme bambine a vivere con serenità la loro gestazione e a dare loro gli strumenti e le conoscenze adeguate.