L’asilo nido rappresenta per la maggior parte delle mamme che lavorano la soluzione ideale per la cura dei loro bambini. Oggi, poi, per l’opzione asilo nido ci sono varie alternative: il nido tradizionale, familiare, aziendale.

IL NIDO TRADIZIONALE

È una struttura privata autorizzata che può sostituire il nido comunale. Prima di iscrivere i propri bambini in una di queste strutture, bisogna però verificare vari elementi. Prima di tutto bisogna conoscere il numero degli educatori rispetto a quello dei bambini: non più di otto bambini per ogni insegnante. L’altro fattore è lo spazio verde per giocare all’aperto.

IL NIDO FAMILIARE

È un’istituzione giovane in Italia, che si sta diffondendo da qualche anno. Il modello è ispirato alle Tages-mutter trentine, ovvero ”le mamme di giorno”, che da tempo, come nei paesi nordici, accolgono nella propria casa i più piccini, di età inferiore a tre anni, per accudirli mentre mamma e papà lavorano.

È una opportunità concreta e positiva per tutte le donne, soprattutto mamme ed educatrici, che desiderano mettere la propria esperienza con i bambini al servizio di un’attività professionale ”in proprio”. Ovvero aprire un asilo nido in casa dopo un percorso informativo, che offre una formazione pratica che riguarda gli aspetti organizzativi, giuridici, normativi, gestionali, economici e pedagogici.

IL NIDO AZIENDALE

È un asilo nido per bambini fino ai tre anni, alcune volte anche ai sei anni, organizzato normalmente all’interno dell’azienda in locali appositamente attrezzati. Anche se è un’opportunità riservata ancora a pochi, comunque è un fenomeno in crescita. Sposso è riservato ai soli dipendenti, ma qualora ci fossero dei posti in esubero, potrebbero essere messi a disposizione di altri bambini, figli di non dipendenti. Per sapere della disponibilità, basta informarsi presso il proprio Comune.

I BABY PARKING

Devi sapere che se hai bisogno di qualche ora per fare la spesa o per andare in palestra oppure se devi andare a fare una visita medica, in tutta l’Italia ci sono tantissimi baby parking, sia all’interno dei centri commerciali sia nelle palestre e anche nelle strutture a sé stanti, in cui personale qualificato si prende cura dei bambini e dove il piccolo può giocare e divertirsi in uno spazio realizzato appositamente per lui con giochi, attrezzature e sevizi per bambini piccoli.