Dopo la nascita del tuo bambino si pone il problema lavoro: full-time, part-time, smettere di lavorare… una scelta delicata e difficile. Sono possibili varie opzioni, ma devi fare la scelta giusta.

A chi affidare il tuo bambino

Quando programmi il tuo ritorno al lavoro, per prima cosa devi pensare a chi puoi affidare con fiducia il tuo bambino. Per poter lavorare serenamente, hai bisogno di essere sicura che il tuo bambino sia in buone mani.

L’ASILO NIDO

Gli asili nido si prendono cura a tempo pieno dei bambini al di sotto dei tre anni. Nell’asilo nido il bambino può stare insieme ai suoi coetanei e può essere impegnato in attività creative di vario tipo. Tuttavia non sempre gli orari si possono adattare completamente alle esigenze dei genitori e certamente il bambino non può ricevere la stessa attenzione che potrebbe avere da una baby-sitter o con i nonni.

LA TATA

Il vantaggio di avere una tata che si prenda cura del tuo bambino è nel fatto è che in genere può farlo a casa tua. Le tate sono persone molto qualificate ma hanno un costo piuttosto elevato. Si potrebbe ovviare al problema economico usufruendo del loro servizio insieme ad un’altra famiglia per ridurre i costi.

LA BABY-SITTER

La baby-sitter può prendersi cura del tuo bambino a casa tua o nella sua abitazione, se anche lei è una mamma. In genere i costi sono inferiori a quelli delle tate e anche in questo caso il tuo bambino può ricevere un’attenzione individuale.

I NONNI

Spesso molti genitori preferiscono affidare il proprio bambino ai familiari, in genere ai nonni. Questo consente al piccolo di restare completamente nel suo ambiente familiare. L’unico inconveniente è che i nonni non seguano alla lettera i tuoi suggerimenti e magari danno al tuo bambino qualche caramella di troppo. Ma gli danno anche tanto amore e gli fanno pesare meno la tua mancanza.

IL MOMENTO DEL DISTACCO

Comunque, se opti per il nido, fa in modo che questo momento non costituisca un trauma per il tuo bambino. Questo evento è la prima vera prova che il bambino deve affrontare lontano dal calore e dall’amore di mamma e papà. È quindi importante che genitori e insegnanti facciano in modo che il piccolo viva questo momento nel modo meno traumatico possibile.