Le mamme sono multitasking, efficienti, attive e capaci di fare varie cose contemporaneamente molto più dei papà. Forse non è una novità, ma c’è di nuovo che questa qualità prettamente femminile è stata finalmente messa nero su bianco da uno studio.

Mamme capaci di lavorare a casa anche oltre l’orario di ufficio, badare ai figli e mettere su la cena senza lamentarsi e, la maggior parte delle volte, senza alcun aiuto. Certo oggi la tecnologia è sempre più rosa, e la possibilità di svolgere più impegni contemporaneamente è offerta anche dalle moderne applicazioni e dalla potenza della Rete.

Ma un gruppo di studiosi del Dipartimento di Sociologia e Antropologia della istraeliana Bar-Ilan University, tuttavia, ha voluto dimostrare questa capacità multitasking delle mamme analizzando, e conteggiando, le ore effettivamente spese dai due sessi nello svolgere più mansioni insieme.

Il risultato stupirà pochi. Se le madri dedicano al multitasking circa 48,3 ore a settimana, i padri si accontentano di 38,9. Un divario di ben 10 ore che, tuttavia, non fa certo bene alla salute del sesso femminile. Lo stress che colpisce le donne, soprattutto se mamme, è infatti molto forte, senza considerare il fatto che sovraccaricare la mente occupandosi di più cose contemporaneamente rischia di far perdere concentrazione.

«Quando l’attività multitasking è a casa le madri hanno più probabilità di impegnarsi in lavori domestici o di cura dei figli, attività che di solito richiedono sforzi intensi. I padri, al contrario, tendono a impegnarsi in altri tipi di attività, come parlare con una terza persona o di impegnarsi nella cura di sé, esperienze meno onerose.»

Così afferma Offer Shira, a capo della ricerca, che esorta anche le mamme a condividere le mansioni domestiche, e la cura dei figli, con il partner. Il fatto più incredibile, però, è un altro: pur dovendo occuparsi di lavoro e famiglia ventiquattro ore su ventiquattro, e spesso nel medesimo lasso di tempo, le donne riescono a ritagliarsi uno spazio, seppure piccolo, per sé stesse.

A quanto equivale? Uno studio di qualche mese fa del “Social Issues Research Centre”, aveva stabilito che il tempo libero di una mamma corrisponde a solo 26 minuti al giorno, da dedicare agli hobby, leggere un libro, guardare un film, riposarsi sul divano o semplicemente rilassarsi al PC dando una controllata al proprio profilo sul social network preferito. Insomma, alla fine dei giochi è come se le mamme lavoratrici facessero tutte un doppio turno di lavoro.