Un’eccellente produzione enologica, cucina stellata e prodotti tipici fanno del Baden-Württemberg una destinazione gourmand tutta da scoprire, anche grazie alle offerte di DB Italia, in un viaggio per tutti i sensi tra la capitale Stoccarda e la pittoresca Bad Mergentheim lungo la Strada Romantica, dove è anche possibile dormire in una botte. Quando si ha la fortuna di sorgere in una delle migliori zone vitivinicole della Germania e vantare vigneti che, letteralmente, arrivano fino in città, non si può che usare i superlativi per riferirsi ai vini di Stoccarda e regione. Le origini della produzione di oggi, che raccoglie premi e riconoscimenti internazionali, risale al III secolo d.C. quando i romani iniziarono a coltivare la vite sulle colline della regione. Il capoluogo del Baden-Württemberg è l’unica grande città tedesca proprietaria di oltre 17 ettari di vigne. Per coltivare la vite sui fianchi delle colline, nella metà del XIX secolo vennero costruiti sentieri e scalinate, le cosiddette “Stäffele” (oggi ne restano oltre 400 per un totale di 20 km di saliscendi). Stoccarda oggi produce soprattutto Silvaner, Müller Thurgau, Sauvignon Blanc, Spätburgunder e Trollinger. Quest’ultimo, in particolare, fa parte dell’identità di Stoccarda quanto i marchi Porsche e Mercedes-Benz. 

Galleria di immagini: Milano Food Week 2014, il food della blogger Ci-polla

Per scoprire la produzione enologica in tutta la sua sorprendente diversità esistono vari modi, tra di essi combinabili. Si può prendere spunto, per esempio, dallo “Stuttgarter Weindorf”, la più grande sagra del vino in Germania. Dal 27 agosto al 7 settembre nel cuore della città si potranno degustare oltre 500 varietà di vini del Baden e del Württemberg, accompagnati a corposi piatti svevi. A raccontare la lunga storia della tradizione enologica di Stoccarda e i suoi vini, c’è poi il rinnovato “Museo della Viticultura”, ospitato nell’antica cantina sociale del quartiere di Uhlbach, in mezzo ai vigneti coltivati da secoli. Oltre a ripercorrere il passato della cultura enologica locale, il museo offre la possibilità di chiudere la visita con una piacevole degustazione nella nuova enoteca interna (www.weinbaumuseum.de). I rigogliosi vigneti intorno alla città si lasciano scoprire nel corso di escursioni enologiche organizzate per gruppi o singoli, alla fine dei quali non manca mai un doveroso assaggio della produzione locale. Tipiche della regione di Stoccarda sono anche le cosiddette Besenwirtschaften, letteralmente “osterie della scopa”, gestite direttamente dai produttori e aperte solo 12 settimane all’anno, dove viene servito solo vino di propria produzione.