Il caro vita e la {#crisi economica} influenzano anche la spesa quotidiana al supermercato e spesso nel reparto degli {#alimenti} biologici si vedono i prezzi arrivare alle stelle: per chi vuole seguire una dieta sana senza svenare il portafoglio, una soluzione c’è.

Per prima cosa si deve sfatare il luogo comune che un alimento sano non coincide con un prezzo proibitivo, poi bisogna seguire le stagioni della natura: sia la frutta che la verdura vanno sempre acquistate fresche e di stagione, per avere il prodotto a giusta maturazione al netto delle vitamine e i principi attivi di cui esso è dotato, inoltre è sempre meglio prediligere frutta autoctona invece di {#alimenti} importati come ananas e papaia.

Un’ottima colazione è sempre basata sul consumo di alimenti integrali e il migliore cereale nel rapporto qualità prezzo è l’avena, che è ricchissima di proteine e fibre ma è anche ideale per le {#diete} grazie a uno scarsissimo apporto calorico. L’avena è utile a prevenire depressione, nervosismo, insonnia ed esaurimento fisico o mentale, e stress; inoltre è indicata particolarmente per chi soffre di diabete, gastrite, colite o altri disturbi di digestione.

Una dieta vegetariana predilige ovviamente cibi come frutta e verdura, e consiglia vivamente di fare largo uso di alimenti che derivano dai cereali e dai legumi: nei legumi, infatti, sia le lenticchie che i fagioli sono i meno costosi e inoltre sono fondamentali per mantenere la linea in forma perché ricchi di ferro, potassio, acido folico di fibre, proteine ​​e moltissimi minerali e vitamine; entrambi oltre alle proprietà nutritive che possiedono, saziano a volontà, infine sono estremamente duttili da preparare in {#cucina} in ogni momento della giornata, grazie a un gusto delicato e piacevole.

L’elevato contenuto in fibre dei legumi contribuisce a prevenire patologie terribili come diverticolosi del colon, stitichezza, sovrappeso o altre situazioni patologiche, come la malattia coronarica, l’aterosclerosi, il diabete, l’obesità e le altre malattie dismetaboliche, i tumori maligni del grosso intestino e la calcolosi della cistifellea. L’ultimo alimento di origine vegetale utile in cucina, in un regime dietetico sano è il burro di arachidi che è un concentrato di proteine, grassi monoinsaturi, vitamina B, vitamina E, fibre e acido linoleico. Basta non esagerare quando lo si mangia, come per tutti gli alimenti del resto.

Tra gli alimenti di origine animale, sono da preferire le uova e la carne bianca come pollo e tacchino; infatti, quest’ultimo anche dopo la cottura mantiene sempre una grande leggerezza e un’altissima digeribilità, inoltre è particolarmente indicata per la dieta di adulti della terza età perché maggiormente soggetti a obesità, colesterolo alto e ipertensione arteriosa, come precisa Healthmeup.com.