Le mani screpolate sono un problema tipico della stagione invernale; temperature rigide, vento e neve, infatti, ne seccano e spaccano la pelle. Ciò accade perché le mani, trovandosi in una posizione periferica rispetto al cuore, ricevono meno nutrimento e, di conseguenza, mettono in atto il meccanismo della vasocostrizione per difendersi dal freddo e non disperdere calore; i vasi sanguigni si restringono, l’epidermide diventa pallida e viene limitata la produzione di grassi, sostanze fondamentali per il nutrimento degli strati più superficiali.

Le mani screpolate sono ruvide, arrossate e possono presentare piccoli tagli. Il freddo e gli sbalzi di temperatura però non sono gli unici colpevoli: polvere, detersivi e un’asciugatura delle mani poco accurata aggravano la situazione della pelle che perde così la sua naturale bellezza, vero e proprio biglietto da visita da tenere sempre in ordine e ben curate.

Il primo passo è fare attenzione quando si entra in contatto con detersivi per i piatti o saponi per pulire la casa: bisogna sempre indossare dei guanti di gomma, meglio se foderati con un materiale naturale come il cotone, in modo che la schiuma non entri in contatto con la pelle. Ma attenzione anche al semplice lavaggio delle mani perché il sapone, se usato spesso, può seccare la pelle; infatti è preferibile utilizzare un prodotto il più delicato possibile, magari contenente del miele o balsami appositi, e asciugarle poi con grande attenzione.

Un modo semplicissimo per proteggere la pelle delle mani dal freddo è invece indossare sempre i guanti, meglio se imbottiti. Fondamentale è scegliere una crema idratante ed emolliente contenente ingredienti vegetali come burro di karité, di cocco o di avocado, sostanze molto grasse in grado di nutrire in profondità la pelle. Infine, meglio sostituire il sapone con delle basi lavanti: si tratta di creme prive di schiuma e meno aggressive.

Esistono poi alcuni rimedi naturali per la cura delle mani screpolate: l’olio extra vergine di oliva, alimento principe della dieta mediterranea, si trasforma in un cosmetico utilissimo per rendere la pelle delle mani morbida ed eliminare l’effetto tartaruga così antiestetico. Basta massaggiare sulle mani una piccola quantità di olio e poi coprirle con dei guanti di cotone, in modo che i principi nutritivi penetrino nella pelle e la idratino. L’olio di mandorle dolci è una valida alternativa da utilizzare almeno una volta alla settimana.

Preziosi alleati per la cura delle mani sono sedano, noci e lauro: basta immergere le mani in un contenitore di acqua bollente con questi ingredienti e la pelle diventerà morbida e setosa: chi vuole fare in casa una maschera di bellezza per le mani può mischiare la polpa di un’avocado con un tuorlo d’uovo e qualche goccia di limone. Un’altra ricetta prevede l’utilizzo di una patata bollita, schiacciata e mescolata con due cucchiai di miele: una volta steso il composto sulle mani, sarà necessario coprire con dei guanti o con la pellicola trasparente, lasciare agire per circa venti minuti e, infine, risciacquare. Il risultato saranno mani morbide e luminose.