La manicure è essenziale per avere mani sempre in ordine, con unghie colorate, magari in accordo con le tendenze di stagione o con le novità proposte dalla nail art, tuttavia estetiste ed esperti consigliano di alternare l’uso dello smalto a delle pause, anche da gel e top coat: ma cosa accade quando smetti di fare la manicure?

Delle unghie sane, lucide, forti hanno bisogno infatti di “respirare”, senza lo strato di vernice che protegge, sì, ma non permette la normale traspirazione, l’idratazione e il benessere della superficie.

Ovviamente, chi ama cambiare spesso i colori o è abituata allo smalto dovrà “fare l’occhio” alle unghie naturali, che di primo acchito potrebbero sembrare poco eleganti e sgraziate. I vantaggi, tuttavia, sono talmente tanti da convincere anche la più restia a mantenere le unghie al naturale per qualche giorno tra una passata di smalto e l’altra.

Vediamo, allora, cosa accade quando smetti di fare la manicure.

  • Le unghie diventano più forti. A prima vista, le unghie senza smalto mettono in mostra tutti i loro difetti, cuticole indurite, lunette irregolari, striature e bozzetti. Tuttavia, con il tempo, le unghie diventano più forti. Fatte di cheratina (la stessa sostanza dei capelli), anche se non hanno veramente bisogno di “respirare”, coperte dalla manicure le unghie diventano più deboli, perché a contatto con molti agenti chimici.
  • Le unghie perdono il colorito giallastro. Una volta tolto lo smalto, l’unghia impiega una settimana a tornare del proprio colorito sano e naturale. Infatti, tra una manicure e l’altra, è facile notare che il loro colore è giallastro. Questo perché, proprio come succede ai denti che si macchiano con il caffè, il tè e il fumo, anche le unghie assorbono in parte il colore di smalto e gel.
  • Il colore dell’unghia diventa omogeneo. Spesso gli agenti chimici di smalto e gel danno vita a macchie, difformità, che con un periodo di sospensione spariscono.
  • Le unghie diventano più brillanti. Libere dagli agenti chimici, le unghie ritrovano la loro brillantezza naturale, che spesso perdono diventando spente e opache.
  • Si può valutare meglio la propria salute. Proprio come i capelli o gli occhi, le unghie possono essere spesso una finestra sulla propria salute e i loro cambiamenti una spia di qualcosa che non va. Alcune patologie, infatti, influiscono su aspetto e salute dell’unghia. Qualche esempio? Artrite reumatoide, psoriasi, problemi al fegato, malattie cardiache e anche carenze vitaminiche.
  • Le unghie hanno comunque bisogno di attenzioni. Se da un lato ci si libera dell’impegno della manicure, dall’altro è importante che l’unghia sia ancora più curata, perché esposta. Importante dunque tenere d’occhio le cuticole e liberarsene grazie a olio e bastoncino d’arancio, e idratare l’unghia con crema idratante o olio di cocco.
  • Si risparmia la spesa della manicure. Infine, un aspetto da non sottovalutare, smettendo di fare la manicure si può risparmiare anche una cifra notevole.