Il Patto Salva Mutui di Regione Lombardia anche a Mantova, per un sostegno all’acquisto di un’abitazione da parte delle giovani coppie con lavoro precario.

Il sostegno di Regione Lombardia va anche agli altri soggetti deboli a causa della precarietà del lavoro e delle poche risorse disponibili e, quindi, in difficoltà per il pagamento dell’affitto e alle famiglie colpite dal terremoto che si trovano in situazioni di disagio acuto.

Purtroppo cresce il numero di quanti non riescono a far fronte alle rate del mutuo o a sostenere l’affitto e aumentano le nuove categorie di ‘poveri’, come i giovani e i nuclei monoparentali. Le crescenti difficoltà occupazionali stanno facendo aumentare la domanda di alloggi in affitto e il numero degli sfratti. Il Patto per la casa, attivato da Regione Lombardia, si va confermando sempre più utile per la soluzione dei problemi del mondo della casa.

Il Patto per la casa e il Patto Salva Mutui, sottoscritto con Banca Intesa e Unicredit sono il nucelo centrale delle politiche abitative lombarde.

Il Patto Salva Mutui, sottoscritto con Banca Intesa, anche a Mantova come altrove, prevede la possibilità di sospendere o rimodulare il mutuo, senza dover lasciare l’alloggio.

Il Patto Salva Mutui, sottoscritto con Unicredit, consente a chi ha stipulato un mutuo con le Società del Gruppo e si trova in momentanea difficoltà di vendere il proprio alloggio a UniCredit Credit Management Immobiliare, saldare il debito

residuo con i proventi della vendita e, contemporaneamente, stipulare un contratto di locazione 4 anni + 4 anni, a un canone sostenibile, con la possibilità di successivo riacquisto dell’alloggio, a partire dal quinto anno, una volta superate le difficoltà economiche e finanziarie.

In questo nuovo welfare abitativo con la persona e la famiglia al centro, è nata anche una misura pensata per le giovani coppie, per le quali Regione Lombardia ha pensato una misura che prevede l’abbattimento del tasso del mutuo del 2 per cento per i primi 5 anni, che sono più critici perché la quota di interessi è superiore alla restituzione del capitale ottenuto. Ne possono beneficiare coloro che si sono sposati, o intendono farlo, nel periodo 1 giugno 2012-31 maggio 2013 e acquistano la prima casa (prezzo massimo 280.000 euro), stipulando un mutuo di durata non inferiore a 20 anni con una Banca convenzionata con Finlombarda SpA.

Regione Lombardia conferma anche nelle politiche abitative la sua attenzione ai problemi dei cittadini e risponde con misure concrete ai problemi di quanti sono in difficoltà nel pagamento di un mutuo o di un affitto, e purtroppo parliamo di un numero in costante crescita anche nel Mantovano. Il terremoto, poi, ha aiutato a capire il valore del bene casa con oltre 3.300 sfollati e tanti edifici lesionati. Per gli sfollati l’Assessorato alla Casa e Aler Mantova ha reso disponibili 84 alloggi del patrimonio Erp.

Come altrove, anche a Mantova è stato previsto un contributo straordinario per la locazione e per il sostegno abitativo dei cittadini con disagio acuto. I cittadini licenziati o in mobilità possono richiedere un contributo straordinario di 1.500 euro e 2.000 euro può richiedere chi è soggetto ad una procedura di sfratto esecutivo. Per questo nuovo bando con la formula a sportello Regione Lombardia ha messo a disposizione dei cittadini 4,9 milioni di euro.