Nessuno si salva dalle intercettazioni telefoniche. Stavolta, il turno sulla graticola degli inquirenti è toccato a Manuela Arcuri, che sembra ora implicata nello scandalo delle escort per il premier Silvio Berlusconi. Dalle intercettazioni emerge anche che ci sia stato un mezzo accordo per una cena in quattro, organizzata da Giampaolo Tarantini, che prevedeva la presenza di Francesca Lana, amica dell’attrice.

Galleria di immagini: Manuela Arcuri

Manuela Arcuri pare che alla fine non sia stata all’accordo, notando come alla cena fosse intervenuto anche il fratello del premier Paolo Berlusconi, molto amico del suo manager, che evidentemente doveva essere tenuto all’oscuro di tutto.

Ci sono degli accenni nelle intercettazioni che parlano di sogni proibiti a tre, tra il premier, la Lana e la Arcuri. Manuela è anche sospettata di istigazione alla prostituzione per la Lana. Si parla di qui pro quo, di vantaggi per la carriera, di partecipazione ai reality VIP, in cambio di una presunta notte d’amore. Ma la Arcuri afferma anche in una telefonata di volere delle garanzie in tal senso, di non voler fare niente per niente.

Infine c’è una chiamata di Silvio Berlusconi, in cui il capo del governo afferma di trovare l’attrice troppo volgare e di sentirsi sollevato perché la cena non sia stata mai consumata in toto, soprattutto a seguito di un’intervista rilasciata dall’attrice a Le Iene risultata ai protagonisti delle intercettazioni particolarmente sgradevole.

Fonte: Libero.