Mara Maionchi, lontana per ora dalle telecamere a causa della fine del programma di cui è stata giudice per tre edizioni, X-Factor, non perde lo smalto e lo spirito polemico che l’ha fatta tanto amare. Così, si ritrova a commentare la strana lista dei giovani partecipanti al prossimo Festival di Sanremo.

Alcuni scartati sono davvero illustri, tra cui Cristel, figlia di Al Bano e Romina, e Alberto Bertoli, figlio del defunto cantautore Pierangelo. L’impressione complessiva che si ha, perciò, è che, fuori i figli d’arte… le raccomandazioni siano state messe da parte. Eppure, tutti tranne Nicolas Bonazzi hanno già almeno un contratto dicografico e sono prodotti da nomi illustri, tra cui spiccano quello del “caschetto d’oro” Caterina Caselli, e quello della giudice di X-Factor Mara Maionchi, che col marito sta producendo Tony, che cantò nell’edizione che vide trionfare Giusy Ferreri.

A chi l’ha accusata di nepotismo televisivo, Mara ha risposto con la sua solita caratteristica grinta:

Ma Tony a X-Factor c’è stato tre anni fa. La Sony, che per contratto aveva l’opzione, lo ha lasciato libero: è questo il mio vero mestiere, in fondo, e sto continuando a esercitarlo. Inoltre, secondo me alla Rai valgo come il due di picche, ma quale potenza posso mai avere? Non so neanche se farò il prossimo X Factor perché magari della vecchia non ne possono più. Mi piacerebbe dire che l’ho data a qualcuno di molto importante alla Rai, ma a settant’anni suonati chi volete che ci creda?