Maculato, oro, glitter, paillettes e chi più ne ha più ne metta: la collezione Cruise 2017 di Marc Jacobs presentata al suo quartier generale di New York è stata un piccolo show a tutti gli effetti con i suoi 55 look ispirati agli anni Ottanta.

Sono partito dall’ultima stagione invernale e l’ho resa kitsch… È stato un percorso a ritroso che da YouTube ci ha portato indietro fino a Mtv”, ha spiegato lo stilista, che è stato appena insignito del premio ricevuto dal Cfda-Council of fashion designers of America.

Gli ospiti accorsi alla sfilata sono stati accolti da un manichino in una felpa di MTV, palme al neon e in definitiva a un omaggio al Paradise Garage, mitico disco club anni ’80 della Grande Mela.

Galleria di immagini: Marc Jacobs Cruise 2017, foto

Ecco, quindi, le tendenze che hanno dominato la collezione cruise di Marc Jacobs.

  • Gli elementi che hanno caratterizzato in passato il lavoro di Jacobs ci sono tutti: i pois, il camouflage, i fiocchi oversize, i fiori, le ispirazoni balneari con le palme, i fenicotteri giganti, le toppe, le spille e i loghi più celeberrimi della cultura pop, come Mtv.
  • Mescolare, contaminare, sovraccaricare non lo spaventa. Da qui il cappotto di pelle di serpente arancione con collo di pelliccia, abbinato a un paio di stivali verde brillante, pantaloni con stampa camouflage abbinati a una giacca animalier (“ghepardata”, per così dire).
  • Dettagli e accessori sono all’insegna dell’appariscenza assoluta. Le borchie ornano giacche, maglioni e abiti. Decorazioni a forma di rossetto ricoperti di strass, cuori, stelle cadenti, bicchieri di Martini e dadi fanno da contorno a guanti di pizzo neri e adornano abiti con crinoline e abiti con enormi maniche a sbuffo, quasi fossero costumi de “La casa nella prateria” mescolati a quelli adatti a una selvaggia nottata in un night club di New York.
  • Osservando le modelle sfilare si ha costantemente la sensazione che i Duran Duran entreranno in scena da un momento all’altro a dar supporto a queste Material Girl che strizzano l’occhio a Debbie Harry e incedono sicure direttamente dal cuore più nostalgico dell’ultimo boom economico mondiale: capelli cotonati e con effetto frisé (opera del guru Guido Palau), l’eyeliner nero pesante e un trucco realizzato dalla make up artist Diane Kendal.
  • Se gli stivali a punta, stile cow boy, sono rigorosamente animalier, dai colori neon (come il fucsia e il verde smeraldo), ma anche dorati e iridiscenti, tra le borse dominano le tracolle, con stampe patchwork e catene di metallo.