Gli eccessi in vita di Norma Jeane Baker, alias Marilyn Monroe, non sono mai stati un mistero per nessuno: alcol, droghe e psicofarmaci furono i peggiori compagni di una vita instabile e difficile fin dall’infanzia, culminata nel suicidio del 5 agosto 1962, all’età di trentasei anni, con una dose letale di barbiturici.

Ma quest’anima fragile e dedita agli eccessi era Norma Jeane, la diva nelle sue pause dalla vita mondana, fuori dai set cinematografici, dalle copertine dei giornali, dalle luci della ribalta. Non era Marilyn Monroe, l’attrice e cantante di successo, il mito senza tempo e il sogno proibito di milioni di appassionati di cinema e dello “star system” americano.

In quale delle due vite di Marilyn possiamo collocare il video inedito diffuso in questi giorni che la riprende mentre fuma uno spinello? Forse sulla linea di confine che separa l’una dall’altra.

Nel filmato, muto e a colori, Marilyn è seduta su un divano insieme ad alcuni amici e appare serena. Dopo pochi secondi appare una sigaretta che, come conferma l’anonimo fotografo che all’epoca girò il filmato (si parla del 1958 o ’59, quindi pochi anni prima del suicidio dell’attrice), conteneva marijuana.

L’intera pellicola dura quattro minuti ed è stata acquistata dal collezionista Keya Morgan per 275 mila dollari, che ha pagato per la breve performance dell’attrice più di mille dollari al secondo.

L’agenzia di stampa Reuters ha avuto il permesso di pubblicare un minuto del filmato, che ben presto ha fatto il giro del mondo. Keya Morgan, che ha anche una sorta di museo a New York dove colleziona foto storiche, manoscritti, autografi e altri documenti di personaggi storici americani, da tempo sta cercando di realizzare un documentario sulla morte di Marilyn Monroe, avvenuta nell’agosto del 1962 nella camera da letto della sua casa di Brentwood, in California. Proprio le ricerche di materiale dell’epoca lo portarono alla scoperta del video e quindi alla contrattazione con l’anonimo proprietario per la vendita.

Non è ancora chiaro se e quando vedremo l’intera registrazione, ma intanto pare che la prossima settimana i diritti finiranno all’asta su eBay.