Una scoperta inattesa quella fatta dalla Pirelli all’interno dei suoi archivi storici: una foto un po’ ingiallita, che ritrae una Marilyn Monroe in piedi, di spalle, con il busto leggermente girato verso l’obiettivo del fotografo. Marilyn è in spiaggia da sola, con un ombrellino a pois bianchi e rossi appeso al braccio e il volto sorridente.

Addosso, un costume intero “Pirelli Revere” in Lastex bianco, un materiale che l’azienda sponsorizzava con una testimonial d’eccezione, nel 1952 era ancora agli inizi della propria carriera. Il Lastex era un materiale usato dalla famosa azienda produttrice di pneumatici per la realizzazione di costumi da bagno, iniziata alla fine degli anni Quaranta.

Galleria di immagini: Anima di gomma

“…Ma quello che permette risultati sorprendenti in qualsiasi applicazione è il filato delle meraviglie, il Lastex Pirelli-Revere.

I busti fatti con questo filato non hanno più bisogno di stecche, stringhe o altri rimedi, ma sono come una guaina con la forma desiderata, si infilano e tutto è a posto e la pelle continua a respirare come se il busto non ci fosse.

Questo meraviglioso filato permette anche di fare costumi da bagno con la linea desiderata ed è ormai largamente usato da tutte le donne moderne ed eleganti.”

Così scriveva la Rivista Pirelli nel suo primo numero del novembre 1948 riguardo le caratteristiche del “filato delle meraviglie”, prodotto all’epoca dalla Pirelli Revere.

Del Lastex oggi si è perso traccia, ma della foto di Marilyn per fortuna no. Assieme ad altre locandine storiche dell’azienda sarà esposta da oggi al 24 luglio alla Triennale di Milano, all’interno della mostra “Anima di Gomma“, ideata da Alessia Magistroni su progetto scenografico di Studio N!03 e grafica e art direction di LeftLoft.

Le aree della mostra sono dedicate al camminare (le suole e i tacchi di gomma), all’abbigliamento (soprabiti e impermeabili), al mare (costumi da bagno e altri prodotti da spiaggia e da acqua) e a Pirelli PZero, il progetto di industrial design applicato all’abbigliamento.