La notizia di qualche giorno fa riportava che Raffaella Fico, stanca di giustificare le marachelle di Mario Balotelli, avesse preso armi e bagagli per tornare in Italia, di certo il calciatore del Manchester City non è stato in panchina, lo è sul campo di calcio ma non nella vita. Forse per festeggiare la libertà riconquistata, sembra aver dimenticato alla velocità della luce la donna che giurava di voler sposare, ed ha organizzato una festicciola allegrotta, una notte di fuoco, non con una escort, ma ben quattro che, insieme a qualche amico, gli hanno allietato la seratina.

Come sempre a mettere al corrente delle bravate di Mario Balotelli ci ha pensato il tabloid The Sun, che racconta del singolare modo del calciatore di rilassarsi prima della partita, peraltro giocata in panchina, un party iniziato intorno alla 1,30 di notte e che si è prolungato fino alle 7,45. Così, bello e riposato, ha preso il treno che lo ha portato a raggiungere gli altri compagni di squadra.

Sembra che altri illustri colleghi di Mario Balotelli si siano rivolti alla stessa agenzia per organizzare festini, si tratta dell’agenzia McKenzies Escort, alla quale si rivolse nel 2007 anche Cristiano Ronaldo per chiedere quattro ragazze da circa 300 euro l’una. Fonti ben informate riferiscono che l’agenzia di cui trattasi, impone orari di lavoro che non superano le 2 del mattino. In questo caso ha fatto fare gli straordinari, eccezion fatta per una di loro che ha rispettato l’orario lavorativo. Si mormora che le tre ragazze siano uscite da casa di Mario Balotelli assolutamente distrutte, per lui, invece, Roberto Mancini gli ha riservato ancora la panchina.

Quanto a Raffaella Fico, sembra che, prima di essere elegantemente mollata da Mario Balotelli, abbia fatto una folle scenata di gelosia per l’ennesimo tradimento, consapevole di averne perdonata una di troppo, ha urlato tutto il suo rancore all’ormai ex fidanzato. Considerato il gran trambusto, i vicini hanno persino deciso di chiamare la polizia. Da parte sua il calciatore, ha preferito lasciare la casa per non ascoltare la sua scenata.

Il dispetto finale è stato quello di abbandonare la casa di Manchester potandosi in Italia anche le chiavi dell’appartamento che condividevano. Per rientrare, racconta l’assistente di Mario Balotelli alla stampa, ha dovuto sfondare la porta, l’altra sorpresa è di averla trovata svuotata di molti oggetti e dei vestiti del calciatore. La risposta è stata quella di buttare dal finestrino dell’auto l’anello con le iniziali sue e della sua ex fidanzata.