Anche se non vuole Mario Balotelli riesce sempre ad attirare l’attenzione, questa volta, però, non ha fatto nulla, nessuna nuova fiamma, nessun colpo di testa, si è solo nascosto in bagno. Facciamo un passo indietro. SuperMario voleva passare inosservato al suo rientro a Manchester. Terminate le vacanze, piuttosto movimentate, si apprestava a raggiungere i suoi compagni di squadra.

Per questo Mario Balotelli ha pensato bene di prendere un volo low cost, convinto che in aeroporto nessuno lo avrebbe riconosciuto, soprattutto su un volo inusuale per le sue possibilità economiche. Certo, avrebbe potuto scegliere un abbigliamento meno eccentrico, cappellino dei New York Knicks arancio, maglietta, bermuda grigi, occhiali da sole e svariate catene al collo.

Agghindato in questo modo, Mario Balotelli si è predisposto ad attendere il bagaglio, va da sè che i viaggiatori lo abbiano riconosciuto, forse attratti da quello strano personaggio così colorito, un folto gruppo di sostenitori lo ha letteralmente preso d’assalto. Tutti volevano un autografo, una foto con il campione degli Europei, anche senza vittoria.

Spaventato, Mario Balotelli ha pensato bene di rifugiarsi nei bagni dell’aeroporto in attesa che gli addetti alla sicurezza andassero a recuperarlo per scortarlo alla sua Mercedes con autista. Dopo averne combinate di tutti i colori in vacanza, la nuova fiamma a Ibiza, le nottate in discoteca fra fiumi di champagne e, quella paternità ancora poco chiara, è tornato dunque a casa.

I tabloid britannici hanno subito riportato la simpatica notizia, addirittura, il Sun ha pubblicato una galleria fotografica. Ancora una volta nel mirino Mario Balotelli, un ragazzo che spesso viaggia sopra le righe, ma pur sempre un ragazzo, simpatico, un po’ guascone, con flirt inventati o presunti, tradimenti come quello con la ragazza dominicana .

Ironia della sorte, nello stesso giorno Raffaella Fico, che ha appena annunciato di rifiutare il test del DNA, è andata in pellegrinaggio da Padre Pio, con mamma e fratello, nel suo caso non c’erano i fotografi ad accoglierla.