Mario Monti e i ministri del nuovo governo italiano hanno prestato giuramento davanti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, incassando quasi immediatamente l’appoggio dei grandi del mondo, tra cui Obama, Angela Merkel, e Nicolas Sarkozy.

Non sarà facile il lavoro per il nuovo governo di Mario Monti, ma la fiducia mondiale accordata al nuovo esecutivo imprime una spinta decisiva verso una pronta risalita da una crisi economica che sempre più attanaglia l’Italia e l’Europa.

Galleria di immagini: Governo Monti

In particolare dalla Germania, Ankela Merkel, tramite il suo portavoce, fa sapere di voler incontrare al più presto il nuovo premier italiano di cui ha un’ alta considerazione.

E non tardano neanche gli attestati di stima da parte di Barack Obama e Nicolas Sarkozy che, congratulandosi con l’insediamento di Mario Monti a capo del governo italiano, ricordano che le settimane venture saranno fondamentali per uscire da una crisi economica che è risolvibile solo grazie a un impegno collettivo.

La prima cosa che dovrà fare il governo, sarà quella di tranquillizzare i mercati che hanno reagito con tiepido ottimismo al neonato governo Monti: lo spread con i bund tedeschi è rimasto sopra i 500 punti, in linea con i dati rilevati in questi giorni che preoccupano anche Jose Manuel Barroso. Il presidente della Commissione Europea, infatti, definisce la crisi “sistemica”, invocando un maggiore impegno da parte di tutti.

Fonte: Leggo