Mario Monti ha sciolto tutti i dubbi e ha presentato la lista dei viceministri e dei sottosegretari che vanno a completare la compagine di governo. A sorpresa, come sollecitato più volte dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è stato nominato anche il nuovo ministro Filippo Patroni Griffi che si occuperà della Funzione Pubblica.

Non è stata una scelta facile quella del premier Mario Monti, che ha dovuto abilmente districarsi tra i veti dei partiti che di fatto hanno indirettamente orientato la decisione finale. Così Patroni Griffi alla fine prende il posto che fu dell’ex ministro Renato Brunetta, anche se, nonostante si tratti di una personaggio bipartisan, pare che la sua nomina non abbia scatenato eccessivi entusiasmi tra i banchi del Parlamento.

Galleria di immagini: Governo Monti

Tre, invece, sono stati i viceministri annunciati da Mario Monti, che ha posto Vittorio Grilli come suo vice al Ministero dell’Economia, Mario Ciaccia al ministero dello Sviluppo Economico con delega alle Infrastrutture, Michael Martone al Welfare.

I 25 sottosegretari sono stati scelti su indicazioni di “tecnici d’area” fornite dai partiti, i quali hanno appreso la lista definitiva dei nomi solo a cose fatte. Ma ciò che si attende in questi giorni con impazienza sono le misure economiche anti-crisi che il governo Monti dovrebbe presentare lunedì 5 dicembre.

L’emergenza economica, infatti, cresce ogni giorno: i dati Ocse hanno certificato il blocco della crescita e l’Italia nel 2012 sarà addirittura in recessione. La speranza è quella che il piano di risanamento che ha in mente Mario Monti, possa riportare serenità in tutte le famiglie italiane, conferendo slancio all’economia.

Fonte: La Stampa