Mentre in Italia si discute su quanto una ragazza minorenne sia escort o meno, nel territorio violento dell’America Centale una quasi coetanea dell’ormai nota Ruby Rubacuori sale a capo della polizia messicana per contrastare i narcos e la loro egemonia nel commercio e nello spaccio mondiale della droga.

Lei è Marisol Valles García, 20 anni, sposata e madre di un piccolo di 7 mesi. Da solo un mese capo della Polizia di Práxedis Guadalupe Guerrero, piccola cittadina messicana di 3.400 anime a pochi passi dal Texas.

Il Messico e l’America Latina in generale sono tristemente famose per il più alto tasso di mortalità per omicidi, sparizioni e violenze. Le donne in particolare sono le più colpite e le vittime designate di questo sistema violento. Práxedis Guadalupe Guerrero dista solo 60 km da Ciudad Juarez, la città più sanguinaria del Messico con i 6.000 omicidi all’anno.

Marisol subentra in un momento in cui è viva la faida tra i cartelli di Vicente Carrillo e Joaquín “El Chapo” Guzman che, giusto la settimana prima della sua nomina, ha contato otto vittime.

Prende il posto, con uno stipendio da fame, di un predecessore ucciso da questi cartelli, ruolo che per il terrore è rimasto vacante per un intero anno. Può fare affidamento su pochi mezzi: 19 agenti, di cui 9 donne in prima linea, una sola auto di pattuglia funzionante, 3 fucili automatici e una pistola.

Il suo compito sarà quello di impedire che i giovani entrino nel giro delle affiliazioni ai clan dei narcos, lasciando che l’Esercito e la Polizia Federale si occupino della lotta e degli arresti.

Queste le sue parole:

Certo che ho paura, tutti abbiamo paura, è umano. Ma non posso lasciarmi paralizzare da questo sentimento. Sento che devo andare avanti, proiettarmi nel futuro. È la volontà di aiutare la mia gente a darmi tutta questa forza

Dichiarazioni che riempiono di orgoglio per il coraggio dimostrato da una donna di soli 20 anni.

Insieme al sindaco di Guadalupe ha creato il progetto di dividere la città in nove distretti, ognuno dei quali pattugliato da una coppia di poliziotti, un uomo armato e una donna disarmata. Con il compito, inoltre, di segnalare eventi che potrebbero sfociare in violenza.