Portare i neonati nel marsupio è un’ottima soluzione per permettere alle neomamme di uscire di casa senza timori. I dubbi di una donna madre da poco tempo sono tanti: come starà più comodo in piccolo? Gli farò male?

A contatto con il corpo della mamma i neonati stanno sempre bene, e un modo intelligente e veloce per organizzarsi prima di uscire di casa con i bimbi di pochi mesi è proprio usare il marsupio, un mezzo poco ingombrante (e poco costoso) per portare a spasso il proprio pargolo.

Il marsupio è un supporto che consente di liberare le braccia e di non appesantirle, ma allo stesso tempo permette al neonato di sentire costantemente il legame con la mamma o il papà (cioè la persona che se lo tiene addosso) senza il peso sulle spalle. È ovviamente consigliato per brevi trasporti ma risulta davvero un ottima alternativa alla carrozzina, soprattutto per le mamme più intraprendenti e sportive.

Tecnicamente il marsupio, la cui funzione è simile a quella della fascia porta bebè, non è altro che una sacca in tessuto in genere facilmente lavabile a mano o in lavatrice, traspirante ma molto resistente, con una serie di cinghie che consentono di legare il neonato in maniera da muoversi in totale tranquillità. Ogni azienda produttrice deve rispettare dispositivi di legge molto importanti affinché il prodotto sia a norma, sicuro e non comporti rischi per la mamma né per il bambino. Spesso i marsupi in commercio sono provvisti di un tessuto double face, lana cotone, per garantire il massimo comfort in ogni stagione.

La forma del marsupio prevede una seduta di almeno 20 centimetri per consentire al sederino del piccolo di stare comodo, ma senza che le anche stiano troppo divaricate, fatto che provocherebbe dolore. Anche la testa del neonato deve essere ben appoggiata, proprio perché caratteristica dei bimbi appena nati è la difficoltà a mantenere dritto il collo (proprio per questo quando si prende in braccio un neonato si consiglia sempre di tenere una mano sotto la testa), quindi occorre un supporto maggiore. La schiena infine deve essere trattenuta in modo da far stare il piccolino dritto senza farlo ricadere su se stesso.

Perché il bambino sia tranquillo nel marsupio deve stare comodo, quindi la prima cosa da valutare quando si prova a sistemarlo in questo supporto è che abbia la schiena comoda e le gambe morbide. Se il neonato piange o si lamenta potrebbero esserci problemi, quindi prestate molta attenzione alla sue reazione una volta allacciato.

Un consiglio utili è quello di tenere il neonato girato verso chi lo sta portanto nei primi mesi, ovvero fino a quando non sarà in grado di sostenere la testa da solo: solo allora, infatti, sarà interessato a guardarsi intorno osservando il mondo che lo circonda.

Fonte: Guidaconsumatore