Il mascara è uno degli elementi principali del make-up: dà volume alle ciglia e ingrandisce gli occhi, sottolineandone il colore e la luminosità. Proprio per l’effetto importante che ha nella resa finale del trucco, questo alleato di {#bellezza} deve essere applicato con cognizione e in maniera pressoché perfetta: il rischio di fare solo pasticci e di mostrare occhi poco definiti o troppo neri è dietro l’angolo.

Ma qual è il segreto per applicare il mascara? Non c’è un solo segreto, ma più d’uno. Esperti e truccatori non si limitano semplicemente a usarlo nudo e crudo, ma lo accompagnano a strumenti e prodotti specifici e di grande efficacia. Innanzitutto, non esistono applicatori universali come magici pennelli in grado di rendere folte le ciglia, di allungarle e di definirle allo stesso tempo. Bisogna puntare su strumenti specifici, ognuno dei quali ha una caratteristica particolare: peroprio per questo motivo bisogna di volta in volta usare l’applicatore che abbia quell’effetto specifico. Esistono diversi tipi di applicatori, con spazzole di diverse forme: basta saperlo scegliere.

Il mascara è solitamente nero; questo colore, infatti, aiuta a esaltare la forma degli occhi e a definire le ciglia. Vero è che non è detto che non ci si possa sbizzarrire con i mascara colorati, che vanno usati solo in relazione a un certo tipo di occhi; per esempio, i mascara porpora sono adatti agli occhi verdi e blu, mentre i mascara blu e verdi avranno un ottimo effetto a contrasto con gli occhi nocciola.

Molto spesso, con il normale applicatore, non si è in grado di dare la piega perfetta alle proprie ciglia. A questo punto, si può usare il piegaciglia, quel particolare strumento che permette di dare una forma pressoché perfetta alle proprie ciglia. Basta applicarlo prima di mettere il mascara e trattenerlo sulle ciglia per 3-5 secondi: fare quest’operazione almeno tre volte, finché la forma non sarà perfetta.

Dopo il piegaciglia, si può passare ad applicare il mascara che ha effetto allungante, seguito subito da una passata dell’apposito spazzolino contro le ciglia; questo trucco è ottimo per realizzare i cosiddetti smokey eyes, vale a dire l’effetto sfumato: in questo modo le ciglia sembreranno compatte e la forma dell’occhio ben definita. Per dare un tocco in più, specialmente alle ciglia più corte, basta utilizzare uno spazzolino più piccolo, in modo tale che non si agisca sulle ciglia con l’applicatore della grandezza standard, che macchierebbe il contorno occhi. Se all’effetto sfumato si preferisce l’effetto ragno, vale a dire le ciglia ben staccate e spesse, proprio come le zampette di un ragno, basta applicare più volte un mascara che aumenti il volume; per ottenere al meglio tale effetto, si deve usare un piccolo pettine sulle ciglia ancora umide.

Molto spesso si comprano mascara resistenti all’acqua: tuttavia, la formula waterproof andrebbe utilizzata molto di rado. Infatti, proprio perché molto resistenti, questi mascara vengono via molto difficilmente, anche con lo struccante. Per rimuoverli, spesso si tende a strofinare con troppa forza la parte interessata, il che, però, spezza e rovina le ciglia; pertanto, se non si vogliono correre rischi, meglio usarlo solo in determinate situazioni, come occasioni importanti, quando il trucco deve rimanere intatto per molto tempo, o particolari, come al mare o in piscina.

Quando a fine giornata si sarà faccia a faccia con lo specchio per rimuovere il make-up, bisogna utilizzare i prodotti giusti: quelli che contengono oli sono i migliori, dal momento che sono abbastanza forti da eliminare qualsiasi formula utilizzata senza minare all’integrità delle ciglia.

Fonte: Allure