Dopo il grande successo di “Peppa Pig“, a oggi il cartone più amato da bambini e genitori di tutto il mondo è sicuramente il prodotto russo “Masha e Orso“. Ispirato a una vecchia fiaba russa, il cartone racconta le avventure di Masha, una bambina simpaticissima che inevitabilmente si caccia nei guai insieme al suo tenerissimo amico Orso.

Le prime due stagioni della serie animata, prodotta dallo studio “Animakkord“, hanno spopolato soprattutto in Italia e in Gran Bretagna ma il produttore Dmitrji Loveyko, in un’intervista alla rivista russa “Izvestia”, ha rivelato la presenza di parecchi problemi circa la realizzazione di una terza stagione:

“Non credevamo che il cartone sarebbe diventato un fenomeno di tale portata e questa seconda stagione, che è il frutto del lavoro di due anni e mezzo, è un traguardo importante per noi, anche dal punto di vista economico. Semplicemente abbiamo detto che è il momento di raccogliere le idee e pensare bene a come e quando realizzare la terza stagione”.

Gli ostacoli maggiori non riguardano, quindi, la disponibilità economica ma solo una mancanza di risorse contenutistiche che possano essere all’altezza di un prodotto di qualità:

“Non annunciamo ancora la terza stagione, e non lo faremo ancora per qualche mese, perché abbiamo bisogno di riflettere su luoghi, personaggi, storie. Non è facile andare avanti tenendo alto il livello“.

Gli artisti della “Animakkord” dovranno, perciò, mettersi all’opera per garantire lo sviluppo di altre storie avvincenti e, per adesso, pare stiano già pensando ad uno spinoff della serie e a nuovi personaggi da inserire nel cartone.