Massaggi erotici per ravvivare la sessualità di coppia: ci avete mai pensato? Quando vi capita di riflettere su come poter rendere più piccante una vita intima col partner che ormai appare stanca e senza emozioni nuove, forse dimenticate di ricorrere ad uno dei metodi più facili da mettere in pratica. E anche uno dei più sensuali ed eccitanti, se fatto in un certo modo.

Per praticare massaggi erotici non dovete essere esperte massaggiatrici: lo scopo è soltanto quello di eccitare il partner e di farlo rilassare (ma non troppo, ovviamente). Quindi basta raggiungere questi obiettivi mettendo in pratica facili movimenti e tecniche. Niente di troppo complesso dunque.

I massaggi erotici servono appunto per favorire l’eccitazione, il contatto intimo della pelle e dei corpi dei partner, e sotto questo punto di vista si presentano come degli ottimi strumenti da utilizzare nei preliminari – o anche dopo il sesso, volendo.

Seguendo i nostri consigli vi renderete conto che i massaggi erotici, se eseguiti discretamente, possono apportare enorme beneficio a voi, al vostro compagno e alla vostra vita sessuale in generale.

Massaggi erotici: per iniziare

Per amplificare al massimo il piacere di un massaggio erotico, il primo consiglio che vi diamo è quello di procurarsi degli oli adatti a tale scopo. Questi ultimi attenuano lo sfregamento della pelle e rendono i movimenti più fluidi e sensuali, ed inoltre apportano beneficio alla cute. In commercio esistono anche lubrificanti che fungono da oli per massaggi, se siete interessate. Non escludete poi l’uso di candele profumate e di musica rilassante che possano contribuire a creare un’atmosfera ancor più sensuale.

Un massaggio erotico che si rispetti va eseguito senza vestiti addosso o con pochi vestiti – magari l’intimo, da togliere in un secondo momento. Il contatto tra la pelle e le zone erogene dei partner deve essere massimo. Vi consigliamo di eseguire il massaggio su una postazione comoda (il letto è senz’altro da preferire), se non altro perché bisogna essere concentrate sul massaggio che si sta eseguendo e non fare attenzione a non farsi male o a trovare la posizione più comoda. Infine, cercate di lasciarvi andare e di compiere movimenti molto naturali, alternando tocchi leggeri – quasi fossero carezze – a tocchi più decisi, ma senza provocare dolore.

Massaggi erotici: come farli

Ecco dunque alcuni massaggi erotici da praticare sul partner:

  • Mentre il partner è disteso sul letto a pancia in giù, voi sedete su di lui e gli massaggiate la schiena. Utilizzate l’olio e non massaggiate solo con le mani ma usate tutto il corpo, creando un contatto con lui. Piccolo segreto per provocare intensi brividi di eccitazione (da fare senza olio però): usate la lingua facendola scivolare lungo tutta la colonna vertebrale. Successo assicurato.
  • Per un massaggio erotico ancor più efficace, lasciate che il partner sia disteso a pancia in su questa volta, e voi sempre sedute su di lui. In questo modo si potranno massaggiare anche le sue parti intime oltre che le spalle, il suo dorso, magari eccitandolo ancor di più pronunciando frasi dolci oppure molto spinte.
  • L’ultimo massaggio erotico che vi consigliamo è di sicuro il più hot perché prevede che vengano massaggiate le parti intime del compagno utilizzando i piedi. Anche in questo caso dovete trovare una posizione comoda e stare attente e non fargli male.