Mens sana in corpore sano: mente e corpo sono in sintonia, e devono mantenere l’equilibrio perfetto per raggiungere il benessere. Ma non solo aforismi, visto che il progetto di ricerca Isac (Integrated Sensorial Approach in Cosmetics) condotto in Italia e in Brasile ha studiato proprio la sensazione di pace che si avverte dopo un trattamento di bellezza presso un centro benessere, dimostrando che il legame esiste ed è oggettivo.

Pace, appunto, benessere e relax sono le parole che solitamente vengono usate al termine di un trattamento Beauty and Wellness all’interno di una Spa. E l’Istituto Internazionale delle Scienze del Benessere e il Comitato Internazionale di Estetica e Cosmetologia hanno valutato proprio questi effetti psico-fisici. Come? Utilizzando degli indicatori psicologici e parametri fisiologici: dati, appunto.

Da un lato ansia, stress e autostima, dall’altro frequenza cardiaca, ritmo respiratorio e pressione sanguigna, per mettere a punto un nuovo protocollo psicologico per la valutazione emozionale nelle donne, prima e dopo i trattamenti cosmetici. Insomma: quanto c’è di psicologico nell’approccio alla cura del corpo?

La ricerca è stata condotta elaborando dati in due step separati. La prima parte, tutta italiana, si è concentrata sulla misurazione dei valori psicologici e ha visto coinvolte più di 100 donne in età compresa tra i 18 e i 65 anni. Queste si sono sottoposte a un massaggio manuale seguito da una cura di bellezza, come manicure e pedicure o epilazione. Alla fine del trattamento in tutte le donne coinvolte, a prescindere dall’età anagrafica, si è registrata una significativa riduzione dell’ansia e un aumento dell’autostima.

La seconda parte, invece, della ricerca, condotta presso l’Università Anhembi Morumbi di San Paolo, ha visto coinvolte più di 30 donne. Monitorando i parametri fisiologici, oltre che l’ansia e l’autostima, al seguito di un trattamento Beauty and Wellness, gli studiosi hanno assistito a una notevole normalizzazione dei valori.

Dei risultati molto simili a quelli italiani, quindi: i dati raccolti, infatti, testimoniano l’effetto di un rilassamento globale conseguente all’azione dei trattamenti. Il progetto è stato ideato dal dottor Andrea Bovero, chimico farmaceutico esperto di cosmetologia e direttore scientifico dell’Istituto Internazionale Scienze del Benessere (lsbe), che spiega:

«Con questo studio abbiamo iniziato un percorso che ha lo scopo di dimostrare che i tutti i trattamenti di bellezza, dalla crema a una seduta dal parrucchiere, hanno un valore psicologico che incide sul benessere globale di una persona. Finalmente si comincia a capire che il mondo del beauty e del wellness gioca un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, influendo sull’autostima e, di conseguenza, sull’auto-efficienza. I cosmetici possono essere uno strumento prezioso per uno stile di vita più sano, che oggi si riferisce a modelli più equilibrati anche per quanto riguarda il peso corporeo e l’invecchiamento, a discapito di una magrezza eccessiva o di un utilizzo selvaggio del bisturi chirurgico».

Fonte: Vogue.