Il massaggio linfodrenante praticato nelle spa non è solo un ottimo metodo per ridurre il gonfiore e drenare l’organismo eliminando le tossine, ma produce anche un senso di diffuso benessere e aiuta a alleviare i dolori.

Il massaggio linfodrenante, come dice il suo stesso nome, va a stimolare la linfa ovvero il liquido che si trova all’interno dei vasi linfatici e che in caso di ristagno provoca gonfiore e cellulite spesso associati a dolore. Nelle spa vengono effettuati dei massaggi con tecniche manuali che riescono a movimentare la linfa donando subito una sensazione di benessere e leggerezza alle gambe.

Se la linfa non circola in maniera adeguata essa ristagna provocando edemi all’interno dei quali si accumulano batteri, cellule morte e tutto ciò può portare a una serie di conseguenze non solo di tipo estetico ma anche a carico dell’organismo che è come se fosse intossicato. In campo estetico si possono trarre benefici in caso di acne, cellulite, cicatrici, smagliature, couperose, dermatite e invecchiamento cutaneo.

Da un punto di vista strettamente medico invece, il trattamento può aiutare a combattere disturbi articolari ed extra articolari, sclerodermia, apoplessia, cefalee ed emicranie, nevralgie, edemi in gravidanza, edemi della sindrome premestruale, edemi post-operatori, post-traumatici e stitichezza.

Il massaggio linfodrenante per essere efficace deve essere svolto con un ritmo lento e con una leggera pressione in modo da andare a stimolare tutti i linfonodi. Questi ultimi fanno parte del sistema immunitario che è quello che se ben funzionante protegge l’organismo dalle malattie ed ecco perché è molto importante che siano in perfetta salute. Il linfodrenaggio attenua quindi i dolori, drena e nello stesso tempo tonifica la muscolatura liscia dei vasi sanguigni.

Ci sono solo alcuni casi in cui il massaggio linfodrenante può avere effetti collaterali e quindi va evitato: in presenza di infezioni acute, insufficienza cardiaca, flebite o trombosi, gravi problemi renali o al fegato, asma o bronchiti acute, disturbi del basso ventre e ipotensione.

Al di fuori di questi specifici casi, regalarsi un ciclo di massaggi linfodrenanti in un centro benessere produce un gran numero di effetti positivi: riattiva la circolazione, depura l’organismo e lo rende più attivo, tonifica la muscolatura ed elimina i gonfiori. e infine produce un senso di rilassamento fisico e mentale con effetti positivi anche sull’umore.

Fonte: obiettivo benessere.