Elisabetta Canalis, dopo aver riempito le cover di magazine e riviste per la sua storia d’amore con l’affascinante attore americano George Clooney, arriverà sul grande schermo con il nuovo cinepanettone di Massimo Boldi, “A Natale mi sposo”.

L’ex velina, nonostante abbia cercato di trasferirsi per lavoro negli Stati Uniti, dopo i primi fallimenti è dovuta ritornare in Patria. Sembra, infatti, che la Canalis sia apprezzata solo in Italia. Dal cinepanettone al palcoscenico di Sanremo, Elisabetta ha un’agenda molto fitta.

Massimo Boldi, in una recente intervista al noto settimanale “Oggi”, ha elogiato le qualità artistiche della Canalis. Così ha dichiarato:

Conosco Elisabetta dai tempi di “Striscia” ed è il secondo film per il cinema che giriamo insieme. Come attrice ha fatto grandi passi e sul set mi ha presentato George Clooney.

Nonostante Boldi sembri più interessato a Clooney che alla performance recitativa di Elisabetta Canalis, non ha mancato di tessere le lodi della show girl come nuova scoperta del cinema italiano.

Visto il livello dei film di Boldi, la recitazione dei personaggi femminili è in genere molto limitata e si preferisce mostrare altre qualità, piuttosto fisiche, delle protagoniste. Pertanto a cosa si riferisce il noto attore quando dice che la Canalis ha fatto passi da gigante nella recitazione?

Il tanto atteso cinepanettone “A Natale mi sposo” uscirà il 26 novembre, e vede come protagonisti oltre alla Canalis e a Boldi, anche Vincenzo Salemme, Nancy Brilli ed Enzo Salvi.