Si è tenuto nei giorni scorsi il Grand Prix Pump, a Maglie in provincia di Lecce, dove sono accorsi alcuni talenti del body building nazionale, che, gareggiando, hanno potuto avere accesso alle finali nazionali che si disputeranno a Bari il 18 e 19 giugno. Tra i tantissimi atleti ce n’era uno più defilato, non lì per esibirsi, ma semplicemente per passione.

Si tratta di Massimo Scattarella, partecipante a ben tre edizioni del Grande Fratello, la numero dieci, la undici e una piccola parentesi nel Gran Hermano, versione spagnola del reality targato Endemol: Massimo fu espulso per bestemmia e poi reintegrato. Tornare al body building dopo la sua partecipazione televisiva ha significato per Massimo una grande gioia, anche se, a causa della rottura di un braccio durante una puntata di “Mattino Cinque“, è dovuto stare fermo un anno.

Galleria di immagini: I bestemmiatori del GF11

A vederlo di persona, Massimo è anche un gran bel ragazzo, anche se in TV aveva quell’atteggiamento che sembrava incarnare il cliché, errato, del palestrato poco delicato. Massimo, invece, è un uomo simpatico e sorridente e gli brillano gli occhi quando parla di body building, la sua grande passione: sarà anche lui alle finali nazionali, ma solo per una dimostrazione, non gareggerà.

Massimo ha dichiarato in un’intervista a La Gazzetta del Mezzogiorno:

“Io amo tantissimo il body building, perché è uno sport che da una disciplina maggiore degli altri. Bisogna fare attenzione alla dieta, compiere dei sacrifici, ma alla fine è bellissimo calpestare quel palco, e anche solo vedere gli altri è un’emozione straordinaria. Mi sto ripreparando dopo essere stato fermo un anno, ho voglia di rimettermi in gioco, tanto che il 18 e 19 giugno sarò anch’io a Bari per una dimostrazione.”