Dopo la scorpacciata con il Royal Wedding e in piena stagione di matrimoni, è tempo di qualche consiglio per evitare di finire al verde. Ci ha pensato la Federconsumatori, che dal suo osservatorio ha stabilito che ogni anno gli italiani devono sopportare aumenti che vanno dal 2 al 5 per cento.

Lo studio dell’Onf calcola che per organizzare ricevimento, addobbi, viaggi di nozze, una coppia tipica italiana arriva a spendere da 33.339 euro a 55.709 euro per un matrimonio classico da cento invitati. Cifre che ormai costringono una quota sempre più grande di famiglie a ricorrere al prestito.

Galleria di immagini: Prestiti per sposarsi

Secondo Federconsumatori, però, esistono diversi stratagemmi per risparmiare anche fino al 63 per cento rispetto alle cifre standard. Ecco i trucchi, voce per voce, per correggere il bilancio del giorno più bello ma non per forza costoso della vostra vita.

Partecipazioni

Perché non sfruttare SMS, email e social network? Un modo moderno, ma soprattutto economico e veloce per comunicare.

Bomboniere

Ci si può sbizzarrie con le bomboniere “fai da te”, magari personalizzate a seconda del tema prescelto per la cerimonia. Un’alternativa alle classiche bomboniere, spesso oggetti superflui e ingombranti. Molto apprezzato anche rivolgersi a enti benefici e organizzazioni senza scopo di lucro per realizzare bomboniere solidali.

Riprese video e foto

Spesso rivolgersi ai pacchetti completi è costoso e può essere insoddisfacente (anche senza fare la fine della famosa coppia inglese che querelò il regista). Il video del matrimonio può tranquillamente essere realizzato e montato dagli amici utilizzando le immagini di tutti.

Se non volete affidarvi a un professionista neppure per le foto, potete farvi spedire tutte quelle scattate dagli amici e creare un album su Facebook. Oppure, chiedere al fotografo di fare un servizio “ridotto” al minimo indispensabile, che poi sono quelle dieci foto da ricordare, perché le altre spesso sono tutte uguali.

L’abito

Campionari, outlet, capi di fine collezione: per l’abito bianco ci sono molte possibilità. L’alternativa più radicale (ma non molto amata in Italia) è il noleggio o, per chi ha la taglia da modella, l’acquisto degli abiti che sono stati indossati per sfilare in passerella, venduti a prezzi fortemente scontati. Sta diventando di moda anche rivenderlo su eBay.

Addobbi

Per quanto riguarda gli addobbi, è consigliabile scegliere sempre fiori di stagione, si avrà così un risparmio fino al 30%. Ma, per risparmiare anche il 50% basta mettersi d’accordo con le coppie che si sposeranno nella stessa chiesa prima o dopo di voi, in modo da condividere le spese per l’addobbo della chiesa. Non ci avevate pensato?

Auto/trasporti

Siamo proprio sicuri che sia di buon gusto la limousine o la carrozza coi cavalli? A volte è molto bello farsi prestare l’automobile più elegante o buffa, a seconda dell’impronta che si vuole dare al proprio matrimonio, da qualcuno degli invitati. Per i fanatici dell’ambiente, mezzi pubblici o bicicletta.

Ricevimento

Anche per quanto riguarda il ricevimento si possono trovare soluzioni meno prevedibili: il buffet in giardino, il pranzo a km zero in agriturismo, addirittura, sconvolgendo la tradizione dei pranzi più classici, si può scegliere di invitare tutti coloro che prenderanno parte alla cerimonia a un pic-nic in qualche parco: informale e perfetto nella bella stagione. Se invece preferite il ricevimento tradizionale, è consigliabile scegliere un giorno infrasettimanale: si risparmia anche il 20%. Oppure, se proprio non volete rinunciare a festeggiare con tutti i vostri amici e conoscenti, potete organizzare due ricevimenti: il tradizionale pranzo/cena con amici e parenti più stretti e un aperitivo/taglio della torta “allargato” ad amici e conoscenti. Anche in questo caso il portafogli vi ringrazierà.

Viaggi di nozze

Da anni è il vero regalo per gli sposi, una sorta di colletta per la luna di miele dei sogni. Molti aprono un conto corrente apposito per questa finalità: in questo modo i coniugi saranno liberi, in qualsiasi momento dell’anno, di organizzare come meglio vogliono il proprio viaggio di nozze, prenotandolo in un momento dove potranno approffittare di sconti e promozioni.

La data

Anche la data e il momento della giornata prescelti per pronunciare il fatidico sì hanno la loro importanza. Una scelta più economica è la sera: durante il ricevimento sarà servita una cena leggera, certamente meno impegnativa rispetto al classico e abbondante pranzo nunziale. Evitare, inoltre, i mesi estivi (giugno-luglio-agosto), i ponti e le festività (domeniche comprese). Sposandosi in bassa stagione o durante la settimana, infatti, si può risparmiare fino al 25%.

Gli invitati

Si sa, il matrimonio è tutto incentrato intorno agli sposi, ma agli invitati chi ci pensa? Anche le spese che devono sostenere gli invitati per vestiti e accessori non sono da trascurare. Per risparmiare, vale il discorso dell’abito della sposa o dell’auto: farsi prestare da amici e colleghi le cose che vi servono quella volta sola (come una pochette, o una cravatta), o eventualmente rivendere tutto su Internet.