La monotonia può uccidere la passione e chiunque viva un matrimonio senza sesso sa che questa affermazione è assolutamente veritiera. Sesso e passione possono essere messi ko da qualsiasi situazione che generi routine, quindi anche una relazione piuttosto lunga, anche se non sigillata dal vincolo del matrimonio, non è indenne da questo rischio. La monotonia della quotidianità, lo stress, la stanchezza di una vita non sempre facile, i problemi di tutti i giorni possono finire per far cadere in secondo piano la vita intima di coppia, con ripercussioni più o meno importanti sulla stabilità della coppia stessa.

Quando si presentano tutti questi casi, o quando comunque ad un certo punto del matrimonio arriva il fisiologico calo di passione e il sesso è un lontano ricordo, realizzato quanto sta accadendo e cercando di mantenere lucidità mentale, occorrerebbe seriamente interrogarsi su come reagire e su quali strategie adottare per riaccendere la passione e il desiderio.

Non è facile farlo, soprattutto quando la noia e la stanchezza hanno invaso il rapporto ma, se all’interno della coppia c’è ancora affetto e voglia di stare insieme, le soluzioni ci sono e possono essere anche piuttosto efficaci. Ecco, allora, 7 consigli per riaccendere la passione.

  1. Il modo migliore per riaccendere la passione è stuzzicare il desiderio nel partner. Mettendo da parte l’orgoglio e smettendo di pensare che debba essere lui il primo a fare qualcosa per ravvivare il sesso, la prima regola è dunque quella di darsi da fare. Se si è sposati da molto tempo si saprà certamente cosa piace al partner e cosa lo eccita ma anche ciò che invece sessualmente non lo attira. Bene, iniziando da questi presupposti ci si può ritagliare dei momenti da dedicare a cose ormai quasi dimenticate (giochi particolari, luoghi preferiti in cui fare l’amore etc).
  2. Il secondo miglior modo per riaccendere la passione in un matrimonio senza sesso è senz’altro l’effetto sorpresa. Se il problema di una relazione lunga è incentrato su noia e routine quotidiana, allora non c’è niente di meglio che provare cose nuove ed esplorare territori sconosciuti. Basta proporre qualcosa di nuovo ma anche sorprendere il proprio compagno (magari indossando lingerie più hot del solito), adottare un atteggiamento che il partner non si aspetterebbe (senza per questo doverlo sconvolgere però).
  3. Il terzo consiglio da seguire è: non lasciarsi andare, smettendo di prendersi cura di se stesse. Via i pigiamoni “uccidi passione”, via la biancheria da anni Quaranta: se non bisogna sempre esser vamp, di certo non è utile neppure essere sempre sciatte e sfatte, e questo non soltanto per piacere al partner ma anche per un discorso di amor proprio.
  4. Se il partner si è lasciato andare ad un sonno profondo in fatto di sesso e non dà attenzioni in generale, forse potrebbe essere utile tentare di risvegliarlo generando in lui della sana gelosia. Attenzione, il partner non va tradito davvero: basta solo insinuare in lui il dubbio che potrebbe esserci qualcun altro interessato e che offre le sue attenzioni.
  5. Cosa c’è di meglio di un bel viaggio di coppia per cercare di risvegliare la passione? Basterebbe anche soltanto potersi ritagliare un weekend di tanto in tanto, senza dover necessariamente andare all’altro capo del mondo. L’ideale potrebbe essere un weekend in una spa, per unire il risveglio della passione al relax e al benessere generali.
  6. Se il partner ha sempre desiderato qualcosa in particolare nel sesso e non è mai stato “accontentato”, il momento di calo della passionalità potrebbe rappresentare quello giusto per cercare di soddisfarlo. Ovviamente non si devono fare cose che non si desiderano o che non ci si sente di fare. Qualora ciò sia possibile, scegliere questa strada potrebbe aprire le porte ad un nuovo risvolto sia per la vita intima sia per la vita di coppia.
  7. L’ultimo consiglio potrà sembrare banale ma è il fulcro centrale di qualsiasi tipo di rapporto e a maggior ragione di quello di coppia: il dialogo. Che deve essere aperto e franco. Quando ci sono problemi, quando qualcosa non va – anche dal punto di vista sessuale -, parlare apertamente è il primo modo, e forse il più efficace, per risolvere le situazioni. Sarebbe importante parlarsi dopo aver fatto prima di tutto un minimo di riflessione con se stesse, in modo da spiegare chiaramente al partner quali sono i problemi che vanno affrontati. Quando non ci si parla più i problemi si accumulano e non si risolvono, con le conseguenze che ci si può immaginare.