Matt Damon torna sul grande schermo con Sopravvissuto – The Martian, il nuovo film di Ridley Scott in 3D ambientato sul pianeta rosso, che vede l’attore nella veste dell’astronauta Mark Watney.

Noto per la sua forma fisica, Matt Damon è felicemente sposato dal 2005 con l’argentina Luciana Bozàn Barrosoe e ha 3 figli. L’attore è però conosciuto soprattutto per la sua versatilità e per la capacità di cambiare spesso massa corporea a seconda dei ruoli. Nella sua ultima interpretazione, in The Martian appunto, Matt appare smunto e magro come mai visto prima. Il motivo non è da poco: nel film è sì un astronauta ma prima di tutto uno scienziato ed esploratore che si ritrova sperduto su Marte con poco o niente con cui sopravvivere se non la forza di volontà e tanto ingegno.

Ecco 5 curiosità su Matt Damon nel film Sopravvissuto – The Martian:

  1. Dieta: l’attore ha effettuato un allenamento a tappe forzate per avere un fisico come quello mostrato nel film. Non ha però seguito la dieta a base di patate che il suo personaggio era costretto fare: alla fine del film, quando appare molto magro e provato, i truccatori sono intervenuti macchiando e colorando i denti dell’attore. Ovviamente la barba e il make up hanno fatto il resto.
  2. Tuta: Matt Damon durante il film indossa quasi sempre una tuta che per 3/4 è come quella subacquea. Si è invece rivelato difficoltoso recitare con la tuta Eva – il rivestimento utilizzato dagli astronauti durante le attività extraveicolari (EVA) per isolarsi dall’ambiente esterno dannoso per il corpo umano – perché è caldissima e rende difficile qualsiasi movimento.
  3. Robinson Crusoe: il ruolo interpretato da Matt Damon è molto simile a quello di Tom Hanks in Cast Away (ispirato alle vicende del Robinson Crusoe di Defoe). Questo è il motivo principale per il quale l’attore ha accetto di prendere parte al film che lo vede protagonista solitario e disperso.
  4. Protagonisti. Contrariamente a quanto si possa pensare Matt Damon non è l’unico protagonista del film che si alterna su 3 set in contemporanea: sul pianeta rosso con Matt Damon, sulla stazione spaziale dei suoi compagni di viaggio che stanno tornando verso la Terra e all’interno della Nasa che studia una soluzione per il recupero del protagonista disperso.
  5. Interstellar: Matt Damon, dopo il cameo in Interstellar nel quale interpretava un folle astronauta disperso su un pianeta, aveva dubbi nell’accettare il ruolo perché in molti avrebbero ricordato la sua interpretazione. È stato proprio Ridley Scott a rassicurarlo dicendogli che, a dopo quasi due anni di distanza, nessuno lo avrebbe ricordato in quella veste. Si sbagliava.