Appena terminate le riprese di “Invictus”, ultimo lavoro alla regia di Clint Eastwood con Matt Damon e Morgan Freeman protagonisti, regista e coprotagonista si sono dati appuntamento per ritrovarsi in un thriller soprannaturale che segue il filone iniziato da “Il sesto senso”. Il film in questione si chiamerà “Hereafter”, ma procediamo con ordine.

Invictus è stato voluto fortemente da Freeman, che qui interpreta un Nelson Mandela che duetta alla grande con un sempre più bravo e maturo Matt Damon. Il film è tratto dal romanzo di John Carlin, “Human Factor”; questo il titolo iniziale della pellicola, poi modificato all’ultimo momento in “Invictus”, che deriva da un poema del 1875 molto caro a Mandela.

Matt Damon interpreterà Francois Pienaar, un giocatore di rugby che, assieme al leader del movimento contro l’apartheid, darà un enorme contributo sia al movimento bianco che nero, facendo uscire il Sudafrica dall’isolamento sportivo nel quale si ritrovava, soprattutto grazie alla partecipazione nel mondiale del 1995. Il tutto si realizzò quando Pienaar salì alla ribalta con l’elezione sul “World Magazine” come miglior giocatore straniero dell’anno, l’elezione creò i presupposti per il Sudafrica di partecipare alla coppa del mondo. Il set del film, che uscirà nelle sale l’11 dicembre, è rimasto blindatissimo, a tal punto che sono trapelate soltanto pochissime immagini scattate con un telefonino.

Ma l’instancabile Eastwood come dicevamo non si ferma mai, le riprese invece di “Hereafter” partiranno in autunno, il progetto esiste dal 2008, la sceneggiatura è di Peter Morgan, lo stesso di “Frost/Nixon”. Sulla trama si sa poco, ma come ben sappiamo il regista si sta mostrando come uno dei più grandi cineasti degli ultimi tempi e difficilmente ci deluderà, anche se per la prima volta andrà a cimentarsi con il soprannaturale.