Matteo Branciamore, uno dei protagonisti della serie TV “I Cesaroni”, ha rivelato che da grande vorrebbe fare il regista. Dopo l’esperienza nella fiction, l’attore che interpreta Marco Cesaroni vorrebbe rimanere nel mondo dello spettacolo:

Non so quello che farò a quarant’anni, mi vedo in realtà bene ma non potrei chiedere di più di quello che ho. Sono protagonista della fiction più bella d’Italia! E piace parecchio anche al pubblico. A quarant’anni inizierò a fare il regista

Quando si comincia a recitare da giovani, specie se in serie televisive di grande successo, si rischia di rimanere per sempre ancorati al personaggio che si interpreta. Ma Matteo Branciamore non si preoccupa di questa remota possibilità: il suo personaggio gli piace ed è soddisfatto del lavoro svolto sul set de “I Cesaroni”.

Nella fiction di Canale 5, il personaggio di Marco svolge un ruolo fondamentale ed è praticamente “cresciuto” all’interno della serie:

È bellissimo crescere insieme al tuo personaggio! Parti che nella finzione hai diciassette anni e poi fai tutta la trafila: scuole superiori, università, lavoro… In iniversità Marco c’è stato pochissimo perché ha sempre e solo voluto fare il cantante. Quindi via: famiglia, bambini, etc…

E se da una parte i fan della serie TV gli chiedono com’è lavorare con Claudio Amendola, dall’altra c’è sempre la curiosità di sapere se c’è stata una piccola storia d’amore con Alessandra Mastronardi fuori dalle scene. A ogni modo, il giovane attore continua a negare, spiegando che tra lui e la sua collega c’è solo una speciale amicizia.

Sul set della fiction ambientata alla Garbatella, Matteo ha dichiarato di essere cresciuto professionalmente lavorando con una troupe seria e un cast d’eccezione:

I Cesaroni mi hanno insegnato a comportarmi professionalmente, come un vero e proprio attore. Nonostante io sia un tipo che fa molto casino, tutta la troupe e lo staff mi hanno portato a essere da bel ragazzo a professionista.