Come ogni anno quando arriva giugno, gli esami di maturità sono alle porte e tantissimi studenti in Italia si ritrovano a dover affrontare le prove scritte e orali. Lo stress che si accumula in questo periodo è davvero tanto, e un’alimentazione errata di certo non aiuta. Qual è la dieta giusta per combattere lo stress da esami?

Quando si studia, si sa, è difficile resistere alla tentazione di mangiare snack e cibi ultra calorici, bere molto caffè e tè per sentirsi più concentrati, cioccolata e tanti altri cibi che comportano nervosismo, difficoltà nel dormire bene e riposarsi e anche tensioni. Questi sono da evitare soprattutto in un periodo delicato come questo, ove riposo e concentrazione sono la chiave fondamentale per studiare al meglio.

Una corretta alimentazione consentirà al fisico di rendere di più e affrontare le ore di studio e gli esami di maturità con più rilassatezza. A tal proposito viene in aiuto la Coldiretti, che ha stilato una lista di quegli alimenti da abolire in un periodo di per sé stressante come questo, e quelli invece da favorire.

Oltre a ciò sopra indicato, bisogna evitare alimenti in scatola, curry e in generale cibi ricchi di sale e spezie, nonché alcolici e superalcolici:

vanno quindi evitati alimenti troppo conditi che rendono più difficile addormentarsi come pure cacao, tè e caffè per la presenza della caffeina, oltre ai superalcolici che inducono un sonno di qualità cattiva con un difficile risveglio. E tra i condimenti out sono da evitare cibi con sodio in eccesso per cui vanno banditi curry, pepe, paprika e sale in abbondanza, ma anche piatti nei quali sia stato utilizzato dado da cucina. Anche gli alimenti in scatola per l’eccesso di sodio e di conservanti sono da tenere lontani.

Nella dieta da seguire per gli esami, bisogna alimentarsi con cibi che aiutino a rilassarsi:

Esistono invece cibi che aiutano a rilassarsi per la presenza di un aminoacido, il triptofano, che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. La serotonina aumenta con il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce di stagione ma effetti positivi nella dieta serale si hanno con legumi, uova bollite, carne, pesce, formaggi freschi. Tra le verdure al primo posto la lattuga, seguita da cipolla e aglio, perché le loro spiccate proprietà sedative conciliano il sonno.

dunque a frutta e verdure, che fanno bene alla salute, sono poco caloriche e hanno effetti positivi sulla concentrazione e sul riposo. Il miele rilassa e stimola la mente, quindi viene consigliato berlo con una tisana, con un infuso oppure dentro a un dolcetto, poiché la mente riceve carburante e scarica la tensione, divenendo di conseguenza più capace di comprendere ciò che si studia.