Dopo venticinque anni passati a Canale 5, con un contratto scaduto di recente, Maurizio Costanzo torna in Rai per terminare la sua carriera. Da gennnaio, infatti, sarà tra gli autori di un programma e da aprile ne dovrebbe condurre un altro. Non si sa nulla, invece, della sua possibile partecipazione al programma di Michele Belpietro, resa pubblica nei giorni scorsi da Marco Travaglio.

Così, mentre Canale 5 trasmette il meglio del “Costanzo Show“, prima di licenziare definitivamente il programma, l’ex volto del talk show più famoso d’Italia pensa a “Futuro senza passato“, una trasmissione condotta da Enrico Vaime di cui Costanzo stesso sarà autore. Si tratta di un excursus sulla storia della Rai, di cui Costanzo è stato uno dei protagonisti.

La trasmissione prevista per aprile dovrebbe essere un talk show, non di argomento politico, di venti puntate in prima o seconda serata. Il compenso è bassissimo, 30.000 euro a puntata, di cui 10.000 destinate ai collaboratori.

Costanzo ha raccontato del suo ritorno in Rai:

Il mio è un ritorno low profile. Non torno in Rai per denaro. È vero che non mi sono dannato per restare in Mediaset e l’azienda non si è svenata per tenermi, ma nessun litigio.